Fermo, migrante pesta quattro donne. Nigeriano verrò solo trasferito

Lo straniero, già noto per essere soggetto estremamente pericoloso, ha aggredito le donne dopo una accesa lite nata per futili motivi. In preda alla furia, si è impossessato di un lungo coltello da cucina, prima di essere disarmato dai carabinieri intervenuti sul posto

Ha aggredito con estrema violenza quattro donne ospiti, come lui, di un centro d'accoglienza di Monte Urano (Fermo), facendole finire in ospedale.

Il responsabile è un nigeriano non nuovo a simili episodi, un soggetto molto aggressivo e ritenuto particolarmente pericoloso all'interno della struttura. Come riportato dalla stampa locale, a scatenare la furia dell'africano durante la serata dello scorso venerdì sarebbe stata una lite nata per futili motivi. Da una parte le 4 ragazze, dall'altra il nigeriano che, stanco di discutere, si è improvvisamente scagliato contro li loro, aggredendole con brutale violenza.

Prima i pugni, gli schiaffi ed i calci, poi l'uomo si è impossessato di un lungo coltello da cucina, scatenando il panico tra le persone accorse per cercare di separare i litiganti e riportare la calma. Provvidenziale l'intervento dei carabinieri di Monte Urano, Porto Sant'Elpidio e Fermo, allertati prontamente dai dipendenti della struttura d'accoglienza.

I militari sono riusciti a disarmare l'africano ed a far cessare la situazione di pericolo, permettendo così agli operatori del 118 di intervenire in soccorso delle donne ferite. Trasportate al pronto soccorso dell'ospedale di Fermo, le ragazze hanno ricevuto una prognosi di 7 giorni da parte del personale medico di turno, a causa delle lesioni riportate durante il pestaggio.

Per quanto riguarda il violento nigeriano, gli unici provvedimenti presi di cui si abbia notizia sono relativi al divieto di avvicinamento nei confronti delle quattro vittime e l'allontanamento dalla struttura di cui era ospite.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

rawlivic

Dom, 01/09/2019 - 13:46

e cosa ci fa ancora qui in presunto richiedente asilo di questo tipo? espulsione o soppressione...!!!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 01/09/2019 - 13:46

I Carabinieri avrebbero dovuto abbatterlo come si fa con le bestie feroci.

effecal

Dom, 01/09/2019 - 14:01

Per i pretini rossi per i sinistri traditori è un onore averlo a pascolare ospite a sbafo nel nostro paese.

vince50

Dom, 01/09/2019 - 14:04

I tempi e gli uomini che avrebbero risolto non esistono più.

Una-mattina-mi-...

Dom, 01/09/2019 - 14:17

IL TIRA E MOLLA, SULLA PELLE DELLE VITTIME DELLE ORDE, NON E' PIU' TOLLERABILE: BASTA IMPUNITA' DI STATO PER LE ORDE DI SELVAGGI!

titina

Dom, 01/09/2019 - 14:32

trasferirlo in Nigeria sarebbe educativo pwer gli altri che rimangono.

ziobeppe1951

Dom, 01/09/2019 - 14:39

Ottimo...zanzaratigre

aswini

Dom, 01/09/2019 - 15:48

ma che bravi giudici, hanno moglie, figlie, lo so non si dovrebbe augurare ilmaleanessuno, ma quando ci vuole ci vuole

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 01/09/2019 - 15:55

Si capisce perché i clandestini ancora sulle navi ONG o sui barconi vogliono a tutti i costi sbarcare in Italia. La nostra giustizia è una garanzia.

Yossi0

Dom, 01/09/2019 - 16:46

perché non viene espulso a calci nel c..o ? deve uccidere perché lo si mantenga in carcere ? ma che giustizia è questa ?

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 01/09/2019 - 17:08

Cu paga la pensione.vero sboldrina??

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Dom, 01/09/2019 - 17:11

Il Salvato Nigeriano, "già noto per essere estremamente pericoloso" e armato di coltello, contatti subito la segreteria del PD, nella lotta per le poltrone una figura istituzionale come la sua, portatore di istanze sinceramente democratiche potrebbe essere necessaria.

Malacappa

Dom, 01/09/2019 - 17:17

Conosciuto delinquente,i carabinieri rischiano la vita per disarmarlo quando in USA il cialtrone sarebbe gia al cimitero

lupo1963

Dom, 01/09/2019 - 18:06

Come nei documentari sugli scimpanze .

carlottacharlie

Dom, 01/09/2019 - 18:15

Il carcere sarebbe troppo per il povero nero? Prendere i giudici e dargli legnate sarebbe pià che corretto, non credete?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 01/09/2019 - 18:38

Stanno trasformando l'Italia in un far west. Aveva ragione Mattarella, ma ha invertito gli attori.

Ritratto di Lissa

Lissa

Dom, 01/09/2019 - 20:48

Mettiamolo in casa del magistrato che gli ha cambiato struttura.

Reip

Dom, 01/09/2019 - 21:53

HAHAHAAHAHAH CHE PAESE DI MERXX!! SIAMO SENZA SPERANZE!

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 01/09/2019 - 21:59

ma per la loro cultura è normale pestare le donne....li accogliamo, anzi per anni siamo andati a prenderli e poi vogliamo imporre i nostri valori e il nostro modo di vivere???...lasciamoli cagare in santa pace nella aiuole della stazione, lasciamoli spacciare, accettiamo che delinquano in quanto il bivacco che noi offriamo evidentemente non è sufficiente per fargli vivere una vita dignitosa.

Blueray

Dom, 01/09/2019 - 22:45

Ma i nigeriani si dovrebbero poter rimpatriare. Sono tra i più aggressivi e violenti degli africani. Si istituiscano accordi con la Nigeria al fine di restituir loro prioritariamenta questa feccia criminale

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Lun, 02/09/2019 - 00:41

" I migranti sono l'elemento umano della globalizzazione, l'avanguardia del mondo futuro. Presto sarà normale nascere in un Paese, crescere in un altro, lavorare in un altro ancora. Non dobbiamo avere paura di questo. Dobbiamo aprirci al futuro. Siamo ancora un Paese provinciale." (cit. Laura Boldrini ™)