Festa della donna? Il sindaco dona un pene di cioccolato alle dipendenti

Il sindaco di un primo cittadino sloveno nel giorno della festa della donna. I lavoratori protestano con una lettera per quel regalo "inusuale": un pene di cioccolato

Festa della donna? Il sindaco dona un pene di cioccolato alle dipendenti

Il regalo sarebbe arrivato nel giorno della festa della donna. Ma la notizia è stata resa pubblica solo ieri, quando il quotidiano di Lubiana Dnevnik ha reso pubblica la lettera di protesta scritta dai dipendenti del comune di Tržič, piccola cittadina di 15.300 abitanti a Nord di Kranj, in Slovenia. Il sindaco avrebbe ben pensato di regalare a tutte le sue lavoratrici un pene di cioccolato. A grandezza naturale.

L'autore del gesto si chiama Borut Sajovic, quasi 58 anni e una famiglia con due figli che ogni giorno lo attendono a casa. Sajovic si trova al suo secondo mandato, iniziato nel 2014. Alla festa delle donne si è presentato con un regalo molto particolare per le sue dipendenti: "Ciascuna di noi - hanno spiegato le lavoratrici - ha ricevuto in regalo un pene di cioccolato a grandezza naturale".

Ovviamente quasi tutte le signore che hanno ottenuto il (poco) gradito dono lo hanno subito gettato nel cestino. Ma a quanto pare questo è l'ultimo episodio di una lunga lista di problemi che le lavoratrici avrebbero incontrato nel loro rapporto di lavoro col primo cittadino sloveno. Un mese fa infatti i dipendenti hanno inviato una lettera per denunciare presunte molestie da parte del sindaco. Per esempio, scrive Il Piccolo, alla festa di compleanno del primo cittadino (svoltasi in municipio), Sajovic avrebbe fatto "continui ammiccamenti a sfondo sessuale nei confronti del personale femminile presente all’avvenimento".

"Il Comitato di controllo del Comune - si legge in un comunicato ufficiale - ha ricevuto la missiva dei dipendenti alcuni giorni fa e la esaminerà nel corso della riunione della prossima settimana per decidere se tale questione è di competenza del nostro organismo, il quale è impegnato di norma nel controllare il comportamento legale dell'Ente locale". Bisogna dire che l'idea del pene di cioccolato non sarebbe del sindaco. Ma della sua direttrice comunale, Metka Knific Zaletelj, che avrebbe anche pagato di tasca propria i regalini (spiegando che l'idea è nata per "il miglioramento del clima di lavoro"). E per par condicio, occorre anche ricordare che in occasione della festa del papà ai maschietti dipendenti il regalo sarebbe stato di un lecca lecca a forma di vagina.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento