Si rifiuta di dargli le sigarette: migranti lo riempiono di botte

Dopo aver fermato l'uomo in bicicletta, i nordafricani lo hanno inseguito e sbattuto a terra. Li hanno rintracciati in una casa occupata abusivamente: avevano arnesi da scasso

Brutale aggressione avvenuta durante la mattinata dello scorso giovedì a Forlì, nei pressi di viale Manzoni.

È all'incirca mezzogiorno, quando alcuni testimoni contattano le forze dell'ordine per segnalare un pestaggio ai danni di un uomo, vicino al parecheggio pubblico sotterraneo. La vittima, dopo aver combattuto per difendersi, è stata sopraffatta, poi sbattuta a terra e colpita violentemente con una catena da due nordafricani.

I primi a giungere sul posto sono stati i soccorritori del 118, i quali hanno immediatamente assistito il ferito, che presentava delle evidenti lesioni alla testa. L'uomo, un 32enne di nazionalità romena, ha raccontato agli agenti della questura di Forlì ciò che gli era appena capitato. La ricostruzione dei fatti ha trovato piena conferma anche dai numerosi testimoni presenti sul posto.

Con le preziose informazioni in loro possesso, dato che i responsabili avevano fatto perdere le proprie tracce, i poliziotti hanno potuto dare avvio alla ricerca.

I magrebini hanno attaccato il 32enne, che li conosceva solo di vista, a causa del suo rifiuto di fornire loro denaro e sigarette. Il rumeno, che nel momento in cui era stato fermato dalla coppia di nordafricani si trovava sulla propria bicicletta, dopo il suo diniego dinanzi alle loro richieste, è stato minacciato, poi inseguito e sbattuto a terra. Uno dei magrebini ha preso l'ombrello dalla bici del 32enne, utilizzandolo per infierire su di lui, mentre il complice estraeva una catena d'acciaio per fare altrettanto. Dopo aver tramortito la vittima, sanguinante per i colpi ricevuti, gli stranieri si sono allontanati con un paio di occhiali da sole di marca.

L'arrivo di alcuni testimoni ha messo in agitazione gli aggressori, che sono scappati a gambe levate, mentre il 32enne scattava loro alcune foto col cellulare che potessero fungere da prova. I magrebini, senza fissa dimora e già noti alle forze dell'ordine, sono stati trovati la mattina seguente in una casa abbandonata, con gli stessi vestiti usati il giorno della rapina. All'interno dell'appartamento, occupato abusivamente, anche attrezzi da scasso, che sono stati sequestrati. Entrambi, un 28enne algerino e un 38enne marocchino, sono stati condotti negli uffici della questura di Forlì ed identificati dalla vittima e da alcuni testimoni.

Arrestati con l'accusa di rapina pluriaggravata, lesioni personali aggravate, porto di oggetti da scasso e di strumenti atti ad offendere, invasione e occupazione di edificio, i magrebini sono finiti per il momento dietro le sbarre.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Reip

Sab, 11/05/2019 - 18:25

E cosa faranno a queste bestie i giudici di sinistra? ....Nulla!

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 11/05/2019 - 18:30

Per il momento dietro le sbarre,poi? Io avrei un'ideuzza-uzza-uzza che gli farebbe passare la voglia di esistere.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 11/05/2019 - 18:32

Per ora è dietro le sbarre,poi? Io avrei una ideuzza-uzza-uzza che gli farebbe passare la voglia di esistere.

Ritratto di Walhall

Walhall

Sab, 11/05/2019 - 18:42

Non sono migranti ma CLANDESTINI. Chiamiamo la gente con il proprio nome. Un migrante emigra per lavorare, un clandestino emigra per fare anche ciò che questo articolo di cronaca riporta, purtroppo.

Giorgio5819

Sab, 11/05/2019 - 18:46

Liquame d'importazione clandestina comunista, solita storia....

gio777

Sab, 11/05/2019 - 18:50

I migranti oggi sono l'elemento umano, l'avanguardia di questa globalizzazione e ci offrono uno stile di vita che presto sarà molto diffuso per tutti noi

Ritratto di Adespota

Adespota

Sab, 11/05/2019 - 18:51

Forse non tutti sanno che nel nostro Paese, oltre al diritto ad occupare le case, al reddito senza lavorare, all'impunità assoluta, esiste anche il diritto alle sigarette. La vittima, essendo di nazionalità straniera, non poteva saperlo, gli serva da lezione...

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 11/05/2019 - 18:52

ASPETTARE CHE IL COMPAGNO GIUDICE LI LIBERI E POI A TEMPO DEBITO FARGLI LA GABANAZZA..di antica memoria

seccatissimo

Sab, 11/05/2019 - 19:15

^^i magrebini sono finiti "PER IL MOMENTO" dietro le sbarre^^. Ma domani, mi sa, che secondo prassi ormai consolidata, saranno già liberi e di nuovo in circolazione a delinquere alla grande ! Come mai questo governo "del cambiamento" non ha ancora abrogato le criminali e demenziali leggi svuota-carceri ?

lisanna

Sab, 11/05/2019 - 19:27

clandestini abusivi violenti ancora qui?

carlottacharlie

Sab, 11/05/2019 - 20:08

... e poi, dopo aver massacrato il bianco, Papa, cattocomunisti, Frati esaltano ed invitano con preghiere le bestie nordafricane muslim. Se questa non è follia mi piacerebbe sapere cos'è e mi viene in mente una sola soluzione: Sono tutti drogati come bestie ed il cui cervello è andato in pappa totale.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 11/05/2019 - 20:10

Peccato che non l'hanno chiesta a me la sigaretta. A quest'ora fumavano e come fumavano...

effecal

Sab, 11/05/2019 - 20:23

I bravi comunistelli offrono canne e fiaschi di rosso e tutto si sistema

d'annunzianof

Sab, 11/05/2019 - 20:24

Non c'e` niente di piu` democratico delle Ronde armate (a parte i linciaggi in piazza)

bobots1

Sab, 11/05/2019 - 20:26

Per il momento...e poi via...cosa dobbiamo farcene noi di questi elementi?

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Sab, 11/05/2019 - 21:01

Picchiare selvaggiamente con ombrelli e catene d'acciaio dimostra una buona progressione Culturale che senz'altro farà esultare Pamperi e Compagni politicamente corretti. Sempre all'avanguardia queste risorse.

Teobaldo

Sab, 11/05/2019 - 21:33

Omar al Mutanda questa bella impresa di ....nobuonimusilmani....nobuoniislamici...non la commenti vero? Ehhhh siiii perché ti toccherebbe ammettere che questi sono VERI ISLAMICI...