Francesco delude i tradizionalisti: "La Comunione si può prendere pure in mano"

Il Santo Padre lo ha affermato stamane durante l'udienza generale: "La Comunione può essere ricevuta sia sulla mano che sulla lingua"

Francesco delude i tradizionalisti: "La Comunione si può prendere pure in mano"

Ai fedeli cattolici tradizionaliti non piacerà, c'è da starne certi. Papa Francesco ha fatto sapere durante la consueta udienza generale del mercoledì che la Comunione può essere distribuita ai fedeli anche nella mano e non solamente sulla lingua, come vorrebbero invece i più rigorosi difensori della tradizione.

"Secondo la prassi ecclesiale, il fedele si accosta normalmente all'Eucaristia in forma processionale e si comunica in piedi con devozione, oppure in ginocchio, come stabilito dalla Conferenza Episcopale, ricevendo il Sacramento in bocca o, dove è permesso, sulla mano, come preferisce", ha spiegato il Santo Padre questa mattina in Vaticano. La linea guida dettata dal Pontefice rimane dunque quella della libertà di scelta dei fedeli, che possono così decidere se ricevere il Corpo di Cristo in bocca oppure in mano.

"Dopo la Comunione, a custodire in cuore il dono ricevuto ci aiuta il silenzio, la preghiera silenziosa, come pure un salmo o un inno di lode - argomenta ancora il Santo Padre - Allungare un pò quel momento di silenzio parlando con Gesù nel cuore, come pure cantando un salmo o un inno che ci aiuta a essere con il Signore".

L'affermazione pubblica di questa mattina sembra volere porre fine alle polemiche interne alla Chiesa sul tema di come i fedeli debbano ricevere la Comunione. Recentemente il cardinale Robert Sarah aveva invece richiamato la necessità di comunicarsi sempre in ginocchio e ricevendo la particola direttamente sulla lingua. Una posizione netta che però ora sarà più difficile sostenere.

Commenti