In frenata contagi e ricoveri, ancora alti i decessi: 827

Curva dei casi stabile nel bollettino del 27 novembre. In calo i ricoveri ordinari e in terapia intensiva. Lombardia ancora in frenata

Sono 28.352 i nuovi contagi di venrdì 27 novembre, a fronte di 222.803 tamponi processati. Ancora molto alto il numero dei morti, 827 oggi (ieri 822), per un totale di 53.677. Mentre si rafforza il calo dei ricoveri: quelli in regime ordinario sono 354 in meno (ieri -275), e scendono a 33.684, mentre le terapie intensive calano di 64 unità (ieri -2), e sono 3.782. Il rapporto tra nuovi casi (28.352) e test si assesta al 12,7%, poco al di sopra del valore relativo alle 24 ore precedenti (12,5%). In Lombardia sono 5.389 i nuovi casi, 3.418 in Veneto e 3.149 in Piemonte.

VALLE D'AOSTA

Nessun decesso e casi attuali positivi al Covid sempre in calo in Valle D'Aosta. Lo rileva il bollettino di aggiornamento sanitario della Regioni secondo il quale oggi i casi sono 1547, in calo di 66 unità rispetto a ieri. Di questi 129 sono ricoverati in ospedale, 15 in terapia intensiva, e 1403 in isolamento domiciliare. I casi positivi da inizio emergenza sono 3344, +101, i guariti 4495, + 167 e i tamponi fino ad ora effettuati 58.339, 715 più di ieri.

LOMBARDIA

Oggi in Lombardia si sono registrati 5.389 nuovi casi di coronavirus e 181 morti. Dall'inizio dell'epidemia i decessi salgono a 21.393. I tamponi effettuati sono stati 40.931, per un totale di 3.989.971. Ieri, a fronte di 44.231 tamponi effettuati, c'erano stati 5.697 nuovi casi e 207 morti.

VENETO

Il Veneto registra oggi 3.418 positivi nelle ultime 24 ore, e 60 decessi. Lo precisa il bollettino della Regione. Il numero complessivo dei positivi da inizio epidemia sale così a 137.474, quello delle vittime a 3.561. La pressione sugli ospedali cresce soprattutto per quanto riguarda i nuovi ricoveri nei reparti non critici, dove i malati Covid sono saliti oggi a 2.576 (+45), mentre scende lievemente per le terapie intensive, con 321 pazienti (-2). I soggetti attualmente positivi sono 76.888 (+ 1.736), mentre i dimessi in totale sono 6849.

PIEMONTE

Oggi l'Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato nuovi 3.149 casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari al 13,6% dei 23.141 tamponi eseguiti. Di questi 1.263 (40,1%), sono asintomatici. I casi sono così ripartiti: 665 screening, 1.430 contatti di caso, 1.054 con indagine in corso; per ambito: 397 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 162 scolastico, 2590 popolazione generale. Sono 97 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 6 verificatisi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). I ricoverati in terapia intensiva sono 395(-8 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 4.922 (-70 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 72.272.

LIGURIA

Sono 606 i nuovi positivi di oggi in Liguria, a fronte di 5.532 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Sono 14 invece i decessi registrati che portano il numero complessivo delle vittime a 2.336. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano.

EMILIA ROMAGNA

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 117.019 casi di positività, 2.165 in più rispetto a ieri, su un totale di 21.304 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 10,2%. Sono invece 66 i decessi registrati. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.113 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 304 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 504 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 46,8 anni. Sui 1.113 asintomatici, 435 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 55attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 18 con gli screening sierologici, 23 tramite i test pre-ricovero. Per 582 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica.

LAZIO

"Oggi su oltre 24 mila tamponi nel Lazio (-1.612) si registrano 2.276 casi positivi (+16), 69 i decessi e +1.576 record dei guariti. Il rapporto tra i positivi e i tamponi a 9%. La stima del valore Rt rimane stabile sotto a 1 (0.8). Il virus rallenta, se confrontiamo il valore di questo ultimo venerdì del mese con il valore del primo venerdì del mese di novembre abbiamo 423 casi in meno. Dobbiamo consolidare il dato e non abbassare la guardia. Comportamenti come quelli visti a Roma nei grandi centri commerciali sono assurdi, è come mettere benzina nel motore del virus. Se non vogliamo trovarci tra quindici giorni a richiudere tutto vanno evitati". A dirlo l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

MARCHE

Nelle Marche frena il numero dei pazienti 'Covid-19' assistiti negli ospedali: nelle ultime 24 ore sono diventati 692, 26 in meno rispetto a ieri, dei quali 655 (-21) sono ricoverati nei reparti e 37 (-5) nei pronto soccorso. Sono 91 coloro che sono assistiti nelle terapie intensive, 1 più di ieri: 18 (+1) a Pesaro, 19 a Torrette, 13 a Jesi, 21 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 7 (-1) a Fermo, 12 (+1) a San Benedetto del Tronto e 1 ad Ascoli Piceno. Nelle aree di semi-intensiva sono assistite 147 persone, 3 meno di ieri: 42 (-2) a Pesaro, 20 (+1) a Torrette, 10 a Senigallia, 12 a Jesi, 8 a Macerata, 28 al Covid Hospital di Civitanova Marche, 12 a Fermo, 9 (-2) a San Benedetto del Tronto e 6 ad Ascoli Piceno. I decessi nelle sono finora 1.230. E' quanto emerge dal secondo bollettino del Servizio sanitario regionale.

ABRUZZO

Sono complessivamente 26526 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 510 nuovi casi (di età compresa tra 11 mesi e 95 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 60, di cui 37 in provincia dell'Aquila, 16 in provincia di Pescara e 7 in provincia di Chieti. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 17 nuovi casi* e sale a 868 (di età compresa tra 61 e 95 anni, 9 in provincia dell'Aquila, 2 in provincia di Pescara, 4 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Chieti e 1 fuori regione). *(12 casi fanno riferimento a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl).

TOSCANA

Sono 1.117 i positivi in più rispetto a ieri (611 identificati in corso di tracciamento e 506 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 100.444 unità. I nuovi casi sono l'1,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 1.117 casi odierni è di 49 anni circa (l'11% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 23% tra 60 e 79 anni, l'11% ha 80 anni o più). I guariti crescono del 5,4% e raggiungono quota 51.397 (51,2% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.527.078, 15.081 in più rispetto a ieri, di cui il 7,4% positivo. Sono, invece, 6.247 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 17,9% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.263 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 46.531, -3,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.925 (68 in meno rispetto a ieri), di cui 278 in terapia intensiva (3 in meno). Oggi si registrano 66 nuovi decessi: 34 uomini e 32 donne con un'età media di 85,1 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 25 a Firenze, 3 a Prato, 4 a Pistoia, 6 a Massa Carrara, 7 a Lucca, 6 a Pisa, 9 a Livorno, 1 a Arezzo, 3 a Siena, 1 a Grosseto, 1 residente fuori Toscana. Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nelle settimane scorse.

PUGLIA

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi venerdì 27 novembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 9.505 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.737 casi positivi: 675 in provincia di Bari,110 in provincia di Brindisi, 206 nella provincia BAT, 345 in provincia di Foggia, 137 in provincia di Lecce, 250 in provincia di Taranto, 11 residenti fuori regione, 3 provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 48 decessi: 8 in provincia di Bari, 15 in provincia BAT, 3 in provincia di Brindisi, 10 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 762.047 test mentre 12.919 sono i pazienti guariti e 36.417 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 50.738, così suddivisi: 19.680 nella Provincia di Bari; 5.820 nella Provincia di Bat; 3.606 nella Provincia di Brindisi; 11.559 nella Provincia di Foggia; 3.865 nella Provincia di Lecce; 5.855 nella Provincia di Taranto; 344 attribuiti a residenti fuori regione; 9 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

CAMPANIA

Sono 2.924, di cui 2.650 asintomatici, i nuovi positivi in Campania, dove sono stati effettuati 22.301 tamponi nelle ultime 24 ore. Il totale dei positivi sale a 148.942, quello dei tamponi a 1.530.803. Sono 63 i decessi (37 nelle ultime 48 ore e 26 precedenti ma registrati ieri a seguito di accertamenti): 1.546 dall'inizio dell'epidemia. Salgono di 2.263 unità i guariti (totale 43.414). A renderlo noto l'Unità di Crisi della Regione. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 184 sui 656 disponibili; quelli di degenza 2.188 su 3.160 (posti letto Covid e offerta privata).

BASILICATA

La task force regionale della Basilicata comunica che ieri, 26 novembre, sono stati processati 1.714 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 243 (e fra questi 214 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. A seguito del riallineamento dei dati della piattaforma, sono state accertate 297 guarigioni relative all'ultimo periodo a cui si aggiungono le 43 guarigioni registrate ieri. Il totale dei guariti residenti contabilizzati oggi è dunque di 340 (297 derivanti dal riallineamento più 43 relativi alla giornata in esame).

SICILIA

Sono 1.566 nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia con 10.635 tamponi processati. Quarantasette i morti e 944 i pazienti dimessi o guariti. Degli attuali 39.083 positivi, i ricoverati in regime ordinario sono 1.539, 250 quelli in terapia sub intensiva e intensiva.

SARDEGNA

Sono 375 i nuovi casi di Covid-19 rilevati in Sardegna nelle ultime 24 ore, 191 rilevati attraverso attività di screening e 184 da sospetto diagnostico. In tutto sono 20.419 i contagi accertati nell'Isola dall'inizio dell'emergenza. Oggi sono stati registrati anche 9 decessi (427 in tutto), sei uomini e tre donne di età compresa tra i 66 e i 96 anni. Tra le vittime, tre erano residenti nella Città Metropolitana di Cagliari, tre nella provincia di Sassari e tre nelle province di Nuoro, Oristano e Sud Sardegna. In totale sono stati eseguiti 362.926 tamponi con un incremento di 3.334 test rispetto allo scorso bollettino. Lo ha comunicato la Regione in una nota.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

omaha

Ven, 27/11/2020 - 18:17

Frenano casi e ricoveri, ma i morti? Se i morti sono tanti, anzi tantissimi, forse non solo la nostra sanità, non salva i nostri ammalati, ma nemmeno li ricovera. Mi vergogno di essere italiano La nostra sanità assomiglia più a quella del terzo mondo, che quella di un paese progredito.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 27/11/2020 - 18:28

in calo terapia intensiva...continuando con la marea di morti a breve saranno vuote...

Jon

Ven, 27/11/2020 - 18:34

Ho letto che le Cliniche Tedesche sono in grado di Processare circa 12.000 tamponi/giorno..Come mai faranno in Italia a verificarne 230.000 al gg. quando l'Istat comunica i dati dei decessi influenzali DOPO DUE ANNI.!!! Mentre NON SAPPIAMO NULLA SUI DECESSI DELLE PATOLOGIE COMUNI..Nessun Morto.:!! Il COVID SIA BENVENUTO!!!