Furti in abitazione, presi i "Bonnie e Clyde" d'Irpinia

Da Casalnuovo, in provincia di Napoli, all'irpinia dove individuavano i bersagli per i furti in abitazione: chiuso il cerchio sulla coppia napoletana. Bottino preferito, biciclette di pregio ed attrezzature agricole.

Furti in abitazione, presi i "Bonnie e Clyde" d'Irpinia

Secondo la ricostruzione investigativa erano esperti nel commettere furti in abitazione. Detenzione in carcere ed obbligo di dimora nel comune di residenza sono le misure emesse nei confronti di una coppia, 42 e 40 anni, originaria di Casalnuovo nel napoletano, a cui vengono ricondotti ben 22 episodi di furto commessi in irpinia durante la scorsa estate.

Attività pianificate nei minimi particolari, con appostamenti sui luoghi bersaglio prima dell’azione. Il target preferito era quello dei garage cittadini, con irruzioni solitamente mattutine previa verifica di campo libero. Poi la fuga con il bottino, principalmente biciclette di elevato valore economico o attrezzature per lo svolgimento di mansioni agricole.

E dal furto alla rivendita dei materiali rubati, con consegna presso un mercatino dell’usato di Orta di Atella, in provincia di Caserta. Per l’individuazione dei due responsabili i Carabinieri hanno potuto contare, sui sistemi di videosorveglianza delle abitazioni prese di mira ed in particolare su quelli del Comune di Monteforte Irpino Mercogliano ed Avellino, in quanto integrati da lettori di targa, per cui sono riusciti ad individuare le diverse auto utilizzate, per commettere i furti, tutte noleggiate, e mediante le quali eseguivano preliminarmente i sopralluoghi, prima di compiere lo specifico reato.

Tali elementi, unitamente alla testimonianza di alcune vittime, che avevano sorpreso i due ad asportare i propri beni in due distinte occasioni, hanno consentito ai Carabinieri di raccogliere i numerosi elementi di colpevolezza nei loro confronti.

Il modus operandi dei due indagati ha permesso di dimostrare che le loro condotte criminose non possono essere considerate occasionali, in quanto hanno dimostrato una spiccata capacità a delinquere, in considerazione dell’elevato numero di furti commessi, nonché dell’abilità con la quale hanno agito e per come si muovevano sul territorio.

Commenti