Gela, cadavere senza testa e gambe ritrovato in spiaggia

La macabra scoperta verso le 18:30 nei pressi della spiaggia di contrada Roccazzelle

Shock tra i bagnati sulle spiagge di Gela, in Sicilia, dove è stato rinvenuto il cadavere mutilato probabilmente di un uomo.

Il macabro ritrovamento è avvenuto oggi, 1 luglio, verso le 18:30 in una spiaggia nei pressi del lido "Accidia", in contrada Roccazzelle. Il corpo, trasportato a riva dalla corrente, è stato trovato dai bagnanti senza testa e gambe e con un solo braccio mentre intorno al torace c'era giubbotto nero con cappuccio. Sul posto, a seguito delle segnalazioni dei presenti, sono intervenuti i Carabinieri del comando territoriale che hanno effettuato i rilevamenti e fatto scattare le indagini.

Non si esclude che possa trattarsi di un migrante annegato nel tentativo di raggiungere l'Europa. Inoltre si ipotizza che potesse trovarsi in mare già da settimane, se non addirittura da mesi considerata la presenza di un giubbotto invernale.

Sui fatti indagano le forze dell'ordine coordinate dalla Procura del comune siciliano.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.