Il freddo dei Balcani: cosa cambia nel weekend

Aria gelida sta facendo il suo ingresso da est sul nostro Paese: nevicate localmente anche sulle zone costiere che si affacciano sull'Adriatico, minime sottozero al Centro-Nord

Il freddo dei Balcani: cosa cambia nel weekend

Il meteo cambia ancora: un'irruzione di aria gelida di provenienza artica sta facendo il suo ingresso nel nostro Paese da est, ossia dai paesi balcanici dove sono già diffuse le nevicate e le temperature sotto lo zero.

Cosa sta accadendo

Come dimostrano le immagini del satellite, mentre il Nord Italia e le regioni tirreniche centro-settentrionali godono della protezione offerta da Alpi e Appennini e i cieli sono in prevalenza sereni, così non è per le zone adriatiche centro-meridionali, il Sud e la Sicilia dove un vortice sta provocando deboli fenomeni ma i cieli risultano quasi ovunque molto nuvolosi o coperti. L'aria gelida in ingresso dai Balcani farà diminuire sensibilmente le temperature provocando nevicate a bassa quota sin dalla serata odierna e per tutto il fine settimana su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e occasionalmente anche Calabria e Sicilia.

Cos'è l'Adriatic Snow Effect

Venti freddi di Grecale spazzeranno la penisola, soprattutto le zone più esposte ad est. Come dicono gli esperti, sulle regioni adriatiche centro-meridionali potrebbe verificarsi una configurazione chiamata Adriatic Snow Effect (ASE), letteralmente effetto neve del Mare Adriatico: in pratica le correnti gelide, al contatto con le più miti superfici del mare, condensano in nubi che dal mare si spingono sulla terraferma dove possono provocare nevicate intense anche a quote prossime al litorale. Queste correnti d'aria con temperature ben inferiori allo zero, scendono dall'Europa nord-orientale in maniera burrascosa dirette verso il mare aperto. I contrasti sono molto forti, motivo per il quale si formano intense nubi cumuliformi che, impattando la barriera appennica, provocano maltempo invernale soltanto sulla metà esposta ad est.

Week-end invernale: ecco dove

La giornata di sabato 22 gennaio vedrà nevicate a bassa quota, come detto sui settori adriatici del Centro-Sud e in estensione anche a Basilicata e Calabria. Temperature gelide specialmente di notte con minime ovunque sotto lo zero al Centro-Nord e gelate diffuse sulle zone di pianura. Bel tempo ma freddo, durante il giorno, al Nord, zone tirreniche centro-settentrionali e Sardegna; variabile su Campania e Sicilia. Domenica 23 l'alta pressione proverà a conquistare terreno riportando maggiore stabilità anche al Sud tranne le ultime incertezze su Puglia, bassa Calabria e Sicilia tirrenica. Pericolo nebbia sulla Pianura Padana, nubi basse e deboli piogge tra Liguria e alta Toscana.

Qual è la tendenza

La nuova settimana si aprirà con meteo tutto sommato discreto ma sempre freddo ovunque, più intenso al Centro-Nord e sulle regioni adriatiche più esposte al flusso gelido balcanico. Non si vedono grosse perturbazioni all'orizzonte ma la possibilità di altri affondi freddi soprattutto da est con i "giorni della merla" (29-31 gennaio) con clima pienamente invernale su tutta Italia e la possibilità di nuove nevicate a quote basse.

QUI TUTTE LE PREVISIONI

Commenti