Genova, algerino ruba sul treno e minaccia la donna che lo scopre

Sorpreso mentre stava frugando dentro la borsetta di una passeggera, il nordafricano ha minacciato di morte la donna che lo aveva scoperto, mimandole il gesto di tagliare la gola. Il 28enne è stato fermato dagli agenti della Polfer una volta sceso alla fermata di Genova Principe

Tanta paura per una passeggera a bordo di un treno regionale diretto a Genova, minacciata di morte da un cittadino straniero per il solo fatto di averlo visto commettere un crimine. Soccorsa dagli agenti della polizia ferroviaria, la donna, sotto choc, è riuscita ad indicare il pericoloso soggetto ed a farlo arrestare.

L'episodio, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si è verificato durante la giornata di ieri sulla tratta Milano-Genova. La vittima si trovava a bordo di un intercity quando, nella calca formatasi di fronte ad una delle uscite del treno, ha notato un movimento sospetto. Approfittando della piccola ressa di persone in attesa di scendere alla ormai prossima fermata, un extracomunitario stava infatti frugando all'interno della borsetta di un'altra passeggera, completamente ignara di quanto le stava accadendo.

Le azioni dello straniero sono tuttavia state colte dalla vittima che, prima ancora di poter aprire bocca e richiamare l'attenzione di tutti gli altri passeggeri, è stata minacciata dallo straniero. Accortosi di essere stato colto sul fatto, il soggetto non ha infatti esitato a rivolgere una chiara intimidazione alla donna, mimando in sua direzione il gesto di tagliare la gola.

Terrorizzata, quest'ultima è rimasta in silenzio, così il ladro ha potuto impossessarsi del denaro trovato all'interno della borsa. Una volta alla stazione di Genova Principe, tuttavia, la vittima di minacce ha subito raggiunto la signora derubata per informarla di quanto successo. In breve si è radunato un piccolo capannello di passeggeri, che hanno richiamato l'attenzione di alcuni agenti della Polfer, intenti a pattugliare i locali della stazione ferroviaria ed a effettuare delle verifiche sui viaggiatori.

Notato il trambusto che si era venuto a creare, i poliziotti si sono avvicinati ed hanno così visto uno straniero allontanarsi velocemente dai binari. Il soggetto è stato subito fermato, e mentre gli uomini della Polfer provvedevano ad interrogarlo la testimone del furto, la donna derubata ed altri passeggeri li hanno raggiunti per spiegare quanto era accaduto.

Sottoposto a perquisizione, l'extracomunitario è stato effettivamente trovato in possesso del denaro appena sottratto. I soldi sono stati subito restituiti alla vittima.

Condotto negli uffici della polizia ferroviaria per le pratiche di identificazione, il malvivente è risultato essere un algerino di 28 anni senza fissa dimora.

Dichiarato in arresto, il nordafricano è finito dietro le sbarre della casa circondariale di Marassi, a disposizione dell'autorità giudiziaria ed in attesa dell'udienza di convalida.

Commenti

venco

Sab, 11/01/2020 - 16:32

Con l'immigrazione clandestina i primi ad entrare sono i delinquenti.