Cronache

Genova, panettiere albanese uccide dipendente ivoriano

Il titolare albanese di una panetteria ha accoltellato a morte un dipendente ivoriano per una lite nata per motivi di lavoro

Genova, panettiere albanese uccide dipendente ivoriano

Un uomo è stato ucciso questa mattina all'alba a Genova in quello che ha tutta l'aria di essere un litigio nato per motivi di lavoro e finito nel peggiore dei modi.

Alle cinque del mattino in una panetteria di corso Buenos Aires, racconta il quotidiano del capoluogo ligure Il Secolo XIX, il titolare Ezyon Veizay, albanese 34enne, avrebbe accoltellato un dipendente ivoriano venticinquenne, Amdi Diallo. Sebbene non sia ancora chiara la dinamica esatta che ha portato alla morte dell'africano, pare che i due stessero litigando da giorni, probabilmente per questioni legate alla panetteria dove entrambi lavoravano, "Il Granaio - Pane Amore e Fantasia".

Dopo giorni di tensioni, però, stamane i due sono arrivati allo scontro fisico ed il titolare ha afferrato un coltello colpendo il rivale all'addome. Una ferita che si sarebbe poi rivelata mortale.

La polizia, intervenuta su richiesta dello stesso albanese, ha allertato i medici del 118 ma quando questi sono giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del venticinquenne.

Agli agenti l'assassino ha raccontato di essere stato colto da un raptus omicida e di aver colpito il dipendente con diverse coltellate, finendolo poi con un colpo di cacciavite. L'uomo è attualmente trattenuto dagli uomini della polizia di Genova.

Commenti