Cronache

Genova, solo 7 dem al congresso nello storico circolo "27 novembre 1943"

Nello storico circolo dei tranvieri sono rimasti in 18 iscritti, di cui solo 6 votano al primo Congresso della Federazione genovese del Pd: Orlando batte Renzi 4 a 2

Genova, solo 7 dem al congresso nello storico circolo "27 novembre 1943"

Il circolo "27 novembre 1943" di Genova, intitolato al giorno del primo sciopero dei tranvieri genovesi contro il fascismo, una volta era il fiore all'occhiello del partitone Pci-Pds-Ds nazionale, oggi, invece, la sezione è rimasta con solo 18 iscritti.

Lo storico circolo, che riunisce i lavoratori dei trasporti, soprattutto della municipalizzata del trasporto pubblico (l'Amt), ieri ha tenuto il primo Congresso della Federazione genovese del Pd, a cui ha assistito Repubblica Tv. All'ordine del giorno la votazione delle tre mozioni Renzi, Orlando e Emiliano.

Presenti solo 7 persone, compresi il segretario provinciale, l'orlandiano Alessandro Terrile, il presidente del seggio Giorgio Ravera e il relatore della mozione Renzi, Alberto Balbi. Per Michele Emiliano, invece non c'è nessuna figura di riferimento, né al circolo né in città.

"Vogliamo fare un congresso maturo e responsabile. Il rischio di dividerci ora che ci sono le amministrative in città c'è, ma fare campagna elettorale sulle macerie sarebbe un suicidio - esordisce l'orlandiano di ferro, Terribile - Oggi la priorità deve tornare a essere il principio di uguaglianza, una grossa fetta di cittadini si sente esclusa e non siamo più avvertiti come il partito che difende le persone in difficoltà".

"Il partito va ritarato su nuovi schemi non basta ricucire ma occorre aprirci e nuove sfide, a nuovi schemi, senza giocare in difesa - spiega invece il renziano Balbi - non dobbiamo avere paura delle leadership, oggi servono quelle a combattere i populismi".

Il circolo tematico sui trasporti, all'epoca dei Ds era arrivato a contare 100 militanti, scesi poi a una media di 25 con l'avvento del Pd e rimasti oggi in 18, anche se, nel frattempo, "uno è passato con i dalemiani". Anche per il Pd genovese non va meglio: i 7 mila iscritti dei Ds di Genova del 2007 sono diventati gli attuali 3mila al Pd, scrive la Repubblica.

Dei 7 presenti al Congresso, votano in 6 e Orlando batte Renzi 4 a 2. Nessuna preferenza per Emiliano.

Commenti