Cronache

La Guzzanti insulta le toghe: "Lucano? Sentenza lurida"

Piovono accuse da sinistra sui giudici che hanno condannato Mimmo Lucano a 13 anni di carcere: in prima fila Sabina Guzzanti

La Guzzanti insulta le toghe: "Lucano? Sentenza lurida"

L'ipocrisia italiana in queste ore sta raggiungendo il suo apice dopo la condanna di Mimmo Lucano, con la valanga di messaggi in suo favore da parte dei buoni (o dei buonisti), gli stessi che esultano quando a rimanere ingarbugliato nelle trame della legge è un antagonista. L'ex sindaco di Riace è stato condannato a 13 anni di carcere a causa della somma di diversi capi d'accusa inerenti l'immigrazione. Il "modello Riace" tanto esaltato e osannato dalla sinistra ha rivelato a processo le sue numerose zone d'ombra, che sono state la causa della condanna. Mimmo Lucano è accusato di associazione a delinquere responsabile di abuso d’ufficio, truffa, concussione, peculato, turbativa d’asta, falsità ideologica e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Secondo i magistrati, quindi, Mimmo Lucano avrebbe utilizzato alcuni espedienti per aggirare le leggi e favorire l'ingresso dei migranti per realizzare un modello d'accoglienza che da tante parti è stato ritenuto encomiabile. Spinti da motivi ideologici, che non tengono in considerazione gli aspetti legali, ora gli esponenti della sinistra fanno quadrato attorno a Mimmo Lucano. Basta leggere alcuni commenti che si trovano in rete per capire quale sia il pensiero di una certa parte politica in queste ore. "Sì, magari ha fatto qualcosa ma l'ha fatto a fin di bene ed è un santo", così si può riassumere l'opinione di una certa parte di italiani. Persone note e non note in queste ore stanno dando libero sfogo alla loro rabbia per la condanna del loro beniamino e attendono impazienti le motivazioni della sentenza, ben sapendo che ci sarà almeno un altro grado di giudizio.

Tra i personaggi conosciuti che hanno espresso la loro idea in merito alla condanna di Mimmo Lucano c'è anche Sabina Guzzanti, attrice notoriamente schierata a sinistra, che senza mezze misure è entrata a gamba tesa contro le toghe con un tweet: "Solidarietà a Mimmo Lucano. I cittadini hanno tutto il diritto di commentare le sentenze, questa è fra le più luride di cui abbia memoria". Chi conosce l'ordito dei social network degli ultimi anni non si stupisce del fatto che quanto detto da Sabina Guzzanti abbia ricevuto ampio consenso. Tuttavia, fortunatamente, qualcuno inizia ad aprire gli occhi e nella fitta trama di solidarietà che si è creata attorno all'ex sindaco di Riace, c'è chi inizia a insinuare qualche domanda: come mai la giustizia è buona quando condanna gli avversari ed è cattiva solo quando condanna gli amici?

Commenti