I migranti che sbarcano tra i turisti: ecco lo scenario vissuto a Lampedusa

Almeno in 26 erano a bordo di un gommone sbarcato sulla spiaggia dell'isola dei Conigli, la più rinomata località turistica di Lampedusa: oggi qui sono approdati in tutto più di 100 migranti, situazione sempre più critica

Sembra quasi che a Lampedusa non ci si faccia più caso: l'approdo di un barcone o di un gommone sull'isola non scalfisce più di tanto gli umori di cittadini e turisti che, abituati a scenari del genere, continuano con la propria quotidianità anche mentre arrivano nuovi migranti.

È accaduto per esempio anche nelle scorse ore, quando un gommone con 26 persone a bordo è arrivato sull'isola dei Conigli, la spiaggia più rinomata di Lampedusa. Qui per fortuna i turisti sono tornati: dopo settimane di vuoto che ha fatto temere il peggio a molti operatori locali, adesso il mare cristallino di questa suggestiva località vede nuovamente diversi bagnanti prendere il sole e tornare ad ammirare uno degli scorci più belli dell'intero Mediterraneo.

Solo che, per l'appunto, sullo sfondo ad un certo punto questo pomeriggio è apparso un gommone che lentamente si è avvicinato nel punto in cui diversi turisti erano seduti lungo l'arenile. Si è capito subito che si trattava dell'ennesimo sbarco di questi giorni. Chi era presente però non si è scomposto: chi era in acqua ha continuato a fare il bagno, chi invece in spiaggia al massimo ha dato uno sguardo incuriosito a quanto accadeva.

Una motovedetta della Guardia di Finanza intanto è andata incontro al gommone, trascinando poi i migranti fuori dall'imbarcazione. Sulla terraferma, la Polizia si è preparata per scortare gli occupanti del gommone direttamente nell'affollato centro di accoglienza. Cronaca di uno sbarco che è stato visto da molti bagnanti, ma che non è stato l'unico della giornata: soltanto nel pomeriggio si sono contati altri due sbarchi, per un totale di 66 migranti arrivati a Lampedusa. In mattinata invece, altri 7 barchini hanno portato complessivamente 45 persone.

E l'emergenza sull'isola non accenna a placarsi, specie nella zona del centro di accoglienza di contrada Imbriacola, da dove proseguono i trasferimenti verso Porto Empedocle ed il resto della Sicilia. L'impennata di sbarchi delle ultime settimane è forse la più importante degli ultimi due anni, con il tempo che sembra tornato indietro ai mesi più caldi dell'emergenza migratoria vissuta tra il 2016 ed il 2017.

Tutto questo mentre la sovrapposizione tra la questione inerente l'immigrazione e l'emergenza sanitaria sta creando una forte pressione sulle forze dell'ordine e sulle strutture di accoglienza siciliane. Le fughe di massa da Porto Empedocle e da Caltanissetta hanno lasciato il segno tra gli amministratori locali e l'opinione pubblica.

Da più parti si chiede maggiore sicurezza, ma soprattutto si spera nell'attenuazione del ritmo degli sbarchi. Il tempo tipicamente estivo di questi giorni al contrario, sta favorendo sempre più partenze soprattutto dalla Tunisia. È proprio questo il fronte più importante: dei 12.500 migranti arrivati in Italia nel 2020, circa un terzo sono tunisini. E gli sbarchi delle ultime ore non hanno fatto altro che confermare questo gravoso trend in crescita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

nerinaneri

Mer, 29/07/2020 - 10:10

...la questione dei maghrebini in generale e dei tunisini in particolare, non viene mai chiarita: devono essere rimpatriati? e allora, perchè arrivano? si può una volta per tutte fare chiarezza sul percorso di un clandestino in italia? ...

Ritratto di DVX70

DVX70

Mer, 29/07/2020 - 10:11

"Sulla terraferma, la Polizia si è preparata per scortare gli occupanti del gommone direttamente nell'affollato centro di accoglienza." Quini per "accoglierli", non per impedirne lo sbarco; come sarebbe stato loro preciso dovere. Quelli li fanno rispettare solo a noi italiani.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 29/07/2020 - 10:14

Questa è la SICUREZZA che il governo Italiano, da alla sua popolazione!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 29/07/2020 - 10:19

....continuate a chiamarli "migranti"....questi sono INVASORI-ACCOLTI!!

Fjr

Mer, 29/07/2020 - 10:21

La conferma che siamo proprio un popolo bue destinato all’estinzione

milano1954

Mer, 29/07/2020 - 10:23

Grazie a Letta, TAJANI & Co i lacche' di Conte e del PD sempre pronti a correre al soccorso del regime con provvidenziale assenza, come ieri al Senato.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 29/07/2020 - 10:26

Quanta ipocrisia,gli uni portano soldi e gli altri li portano via.Però alle coperative ed onlus arrivano tanti soldi dei lavoratori italiani,ed anche voti per i kompagni.

aldoroma

Mer, 29/07/2020 - 10:29

Ci pensa Giuseppi... Tranquilli

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 29/07/2020 - 10:30

Immagino la scena,costume da bagno,infradito,custodia impermeabile per smartphone,cappellino di paglia e ombrellino parasole per la "gentile" signora,e magari barboncino al seguito. Senza dimenticare creme solari,shampoo e asciugamano,griffato,of course. Insomma pronti per una vacanza all'insegna del lusso,come si conviene ai nuovi arrivati,l'itaGlia ha sdoganato su tutte le coste gli striscioni "welcome refugees": bisogna incentivare l'economia,o no? Mi sa che,invece,affonderemo,orgogliosi di essere "pro accojensa"....

Gsepppiii

Mer, 29/07/2020 - 10:32

W L'ACCOGLIENZA!

Fjr

Mer, 29/07/2020 - 10:37

Zagovian,clandestino termine ormai in disuso,e i bagnanti muti,soltanto un po’ incuriositi dalla situazione

contravento

Mer, 29/07/2020 - 10:44

DA COLONIZZATORI, SIAMO DIVENTATI COLONIZZANTI, causa il buonismo ipocrita di una minoranza. EUROPA, dunque alla deriva. I vari imperi europei allo disfacimento, al contrario degli imperi russo,cinese, americano, che detteranno legge nei prossimi anni.

Yossi0

Mer, 29/07/2020 - 10:54

scusate, hanno diritto alle ferie pure loro, o no ?

gianf54

Mer, 29/07/2020 - 11:00

E ovviamente N E S S U N O si era accorto di niente...!!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 29/07/2020 - 11:02

Come volevasi dimostrare,le forze dell'ordine,comprese la guardia costiera non impediscono gli arrivi degli invasori/clandestini economici né li bloccano sul nascere;il loro esclusivo compito è quello di accertarsi che stiano bene e di scortarli presso il vicino centro di accoglienza che viene riempito e svuotato tutti i giorni.E' del tutto inutile cittadini,finché gli isolani,compresi la Sicilia,non battono i pugni con fermezza per bloccare gli arrivi,i sinistri avranno la meglio;la loro politica è agli occhi di tutti :accoglienza indiscriminata!

gianf54

Mer, 29/07/2020 - 11:02

Da parte della lamorgese ,ci vuole una bella faccia tosta!

Una-mattina-mi-...

Mer, 29/07/2020 - 11:18

GOVERNO, GIU' LA MASCHERINA! ORMAI VI HANNO SGAMATI

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 29/07/2020 - 11:36

Jonathan Swift era un profeta! Nel suo “I viaggi di Gulliver” già nella prima metà del XVIII secolo, in visone, vedeva l’Italia del nostro tempo. È questa la “città” dove i malati o presenti tali vengono ingabbiati con la scusa dell’emergenza CoViD senza fine, mentre i delinquenti vengono coccolati e amorevolmente curati. Sì: perché chi entra non invitato e senza permesso in casa d’altri delinque. Non è razzismo chiamarlo e trattarlo come tale.