Gli inquilini lasciano siringhe per strada, i proprietari costretti a pagare la multa

Il fatto è accaduto a Sassari. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia locale che hanno elevato una sanzione di 1500 euro

Sembra impensabile che in una casa possano esserci delle siringhe sporche di sangue tra gli abiti e le scarpe, eppure è l'orribile sorpresa che hanno avuto i proprietari di un appartamento di Via Duomo quando hanno liberato il loro immobile dagli effetti personali appartenenti ai loro affittuari. Il fatto è accaduto a Sassari, in Sardegna.

I proprietari di casa hanno dovuto pagare una multa, insieme agli inquilini dell'appartamento in questione, per aver lasciato i rifiuti per strada creando, così, una vera e propria discarica a cielo aperto ed in pieno centro storico. La sanzione ammonta a millecinquecento euro.

Metri e metri di strada sono stati occupati da rifiuti di ogni tipo, come si può vedere dalle immagini: a partire da siringhe e fazzoletti pieni di sangue, ad abiti usati, bustoni neri, scarpe e scatole contenenti di tutto. Ma non solo, tra questi c'erano anche dei giocattoli, questo significa che probabilmente nel degrado tra siringhe e sangue vivessero anche dei bambini. La polizia locale è intervenuta sul posto perché la strada era letteralmente invasa di oggetti buttati per strada. In poco tempo gli agenti sono riusciti a ricostruire l'accaduto e a sanzionare gli autori dell'illecito. L'appartamento è stato sgombrato di ogni cosa, ma invece di agire secondo le regole, è stato buttato tutto per strada.

I poliziotti hanno raccolto alcune testimonianze e ascoltato sia i proprietari dell'appartamento sia gli ex inquilini per capire chi avesse compiuto questa azione che, oltre a rappresentare un illecito amministrativo, ha causato il degrado nel cuore della città che torna a vivere dopo il lockdown. Le due parti si accusavano reciprocamente e la polizia ha deciso, così, di sanzionare sia il proprietario di casa che gli inquilini.

Probabilmente sarebbe bastato chiamare una ditta di sgombero di appartamenti e locali ed evitare una multa di oltre mille euro oltre che l'inquinamento del centro storico del capoluogo sardo. La corretta gestione e lo smaltimento dei rifiuti derivanti dagli sgomberi è un beneficio pubblico oltre che un obbligo di legge per tutti i cittadini. Lo sgombero improprio, infatti, di una casa, con lo smaltimento illecito dei rifiuti influisce sull’intera comunità. Questo perché ognuno, nel suo piccolo, deve contribuire a mantenere pulito l’ambiente in cui vive. Organizzare uno sgombero non è poi così diverso dal realizzare un trasloco solo che i mobili e rifiuti di ogni genere non raggiungono una nuova abitazione, ma finiscono in una discarica nel rispetto delle regole.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

agosvac

Mer, 03/06/2020 - 14:33

Sarà, ma non vedo come i proprietari possano essere colpevoli di alcunché. Probabilmente un buon avvocato potrà fare togliere questa contravvenzione assurda.

cgf

Mer, 03/06/2020 - 17:00

i proprietari sono colpevoli in quanto materialmente sono stati loro a gettare nei rifiuti che non erano destinati all'indifferenziata, è l'unico motivo per cui hanno potuto fare la multa. In teoria non avrebbero nemmeno potuto raccoglierli, nemmeno per metterli in contenitori idonei.