Ivrea, sgrida 17enne che è senza mascherina: autista aggredito sul bus

Il giovane ha aggredito verbalmente l’autista di un bus Gtt di Ivrea perché infastidito dal richiamo ricevuto sull’uso della mascherina

Dopo una serrata indagine, i carabinieri di Ivrea hanno individuato e segnalato alla Procura dei Minori un 17enne che la scorsa settimana, si era reso responsabile di atti di violenza nei confronti di un conducente di un bus dell’azienda di trasporti pubblici Gtt, Gruppo torinese di trasporti.

A far perdere la testa al ragazzo è stata una banale richiesta da parte dell’autista del mezzo. Quest’ultimo, infatti, aveva invitato il giovane passeggero ad indossare la mascherina, così da tutelare la salute di tutti gli altri passeggeri. Ma quella esortazione non è piaciuta al 17enne che, in preda alla rabbia, ha scatenato il caos a bordo. Il minore ha prima rivolto una serie di pesanti insulti al conducente dell’autobus e, poi, in un crescendo di follia ha preso a calci la paratia in vetro che protegge la postazione dell’autista.

Solo a quel punto, appagato dalla insensata violenza, l’esagitato è sceso dal mezzo e si è allontanato facendo perdere le proprie tracce. I carabinieri, utilizzando le informazioni fornite dall'autista e visionando le riprese delle telecamere di sorveglianza installate sull’autobus, sono riusciti a risalire al minore che è stato segnalato per violenza o minaccia a pubblico ufficiale.

Questo è il terzo episodio simile accaduto ad Ivrea nel giro di poche settimane. Qualche giorno prima due ragazzi di 20 e di 22 anni, residenti a Ivrea e Samone, erano stati denunciati alla Procura della Repubblica di Ivrea con le accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, per aver aggredito, in pieno centro della città, un autista di un autobus Gtt e un cittadino di 55 anni che,vedendo la scena, era intervenuto in aiuto del conducente del mezzo.

"Ancora un autista del Gtt aggredito da un passeggero senza mascherina, che poi si è dato alla fuga. Quello avvenuto vicino alla stazione di Ivrea è l’ennesimo episodio di violenza ai danni di un dipendente del Gruppo torinese trasporti nella nostra provincia", avevano denunciato i consiglieri canavesani del gruppo regionale della Lega, Gianluca Gavazza, Andrea Cane, Mauro Fava e Claudio Leone subito dopo la diffusione della notizia. In merito alla vicenda, gli stessi esponenti leghisti avevano chiesto il pugno duro contro gli aggressori.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 20/07/2020 - 15:00

ragazzo 17...non mettono la provenienza:scommetto straniero...quelli che le leggi sono del proprio paese!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 20/07/2020 - 15:08

Ormai in itaGlia vige la totale anarchia,ognuno deve fare i propri porci comodi,guai a farglielo notare,o si viene additati e processati come fassssisti e fassssisti o,peggio,si viene pestati. Dove sono tutti quei fanfaroni che prospettavano il Far West imminente se al governo andava la destra? Tutti nascosti? Se non è Far West questo,che cosa è? Attendo risposta (sensata) dai sinistri.

fisis

Lun, 20/07/2020 - 15:53

Ai minori tutto è concesso in Italia.

Calmapiatta

Lun, 20/07/2020 - 15:53

Cosa avverrà al minore? Essendo minore, proprio niente.....

pilandi

Lun, 20/07/2020 - 16:35

@anticalcio Eh dai su! Fosse stato extracomunitario lo avrebbero scritto a caratteri cubitali e la notizia sarebbe stata molto più in alto!

rokko

Lun, 20/07/2020 - 16:38

anticalcio, io invece scommetto che, proprio perchè la provenienza non è citata, che è italianissimo. Altrimenti avrebbero scritto "rumeno", "magrebino", ecc.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Lun, 20/07/2020 - 16:49

@calmapiatta: e quando sara' maggiorenne,con le legge svuotacarceri dells x,non andra' in galera.quindi,immunita' per tutti...ah,non proprio per tutti..prova a non pagare una ritenuta d'acconto....allora si chde l ostato si fa sentire!!

Giorgio Colomba

Mar, 21/07/2020 - 11:13

Rivedere subito le fasce d'età previste per l'imputabilità penale. I diciassettenni di oggi ne sanno almeno come i trentenni dei '70.

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 21/07/2020 - 12:08

I genitori dovrebbero pagare i danni a caro prezzo sia all'autista che al servizio pubblico.