Cronache

Jacopo Fo e la vignetta sul rogo di Primavalle

Una vignetta che fa ancora male ai familiari delle vittime. Un disegno per cui il figlio di Fo non si è mai scusato

Jacopo Fo e la vignetta sul rogo di Primavalle

Una vignetta che fa ancora male ai familiari delle vittime. Il Tempo pubblica un disegno di Jacopo Fo del 1975 che riguarda il rogo di Primavalle in cui morirono i due fratelli Stefano e Virgilio Mattei, 22 e 8 anni, figli di un operaio attivista di destra. Una vignetta per la quale il figlio di Dario Fo non ha mai chiesto scusa. Quello di primavalle è uno degli omicidi più efferati degli Anni di Piompo. Un episodio che è stato per anni ignorato e spesso offeso da una certa parte della sinistra. Uno degli omicidi simbolo degli Anni di Piombo, che la cultura di sinistra ha per decenni ignorato, svilito, offeso. E Jacopo Fo ha contribuito a dare una sua lettura di quella vicenda con la controinformazione di Se ti muovi ti stato. nella striscia satirica il figlio di Fo ha accusato in modo diretto il Movimento Sociale e lo Stato di essere i mandanti di quell'omicidio. Nella vignetta appaiono un agente segreto e un uomo con i baffi che chiede informazioni sull'attentato di Primavalle. Franca Rame fece un appello Giovanni Leone per proclamare l'innocenza di tre estremisti di sinistra, Manlio Grillo, Marino Clavo eAchille Lollo, poi condannati per l'attentato e per l'omicidio. (Clicca qui per vedere la vignetta)

Commenti