Lanciano la gatta della vicina in pasto ai pitbull, La polizia ​indaga su una famiglia romena

Un gesto vile e crudele. La povera bestia, dilaniata, è stata poi restituita alla proprietaria che, disperata, ha chiamato la polizia

Lanciano la gatta della vicina in pasto ai pitbull, La polizia ​indaga su una famiglia romena

Rapiscono la gatta della vicina e la danno in pasto ai pitbull. Un atto di crudeltà terribile e ingiustificata su cui ora indagano gli agenti di polizia. È accaduto nel giorno di Pasqua nel quartiere romano di Corcolle. La vittima del vile gesto si chiamava Emma, ed era una micia di otto anni, cieca, zoppa e incinta, ma tanto coccolata dalla sua padrona Natasha.

È stata proprio lei a raccontare la terribile esperienza su Facebook e a denunciare l'accaduto.

Alle 18 del pomeriggio di domenica scorsa sente urla provenire dal giardino. Si affaccia e vede un uomo nel cortile dei vicini predere Emma per la coda e la lancia tra i cani che la dilaniano nel giro di una manciata di secondi. Ciò che resta della povera felina viene poi restituito, con un altro lancio, alla proprietaria che da anni si occupa proprio di curare gli animali randagi.

Natasha si dispera e chiama la polizia che, quando arriva sul posto, si ferma a lungo nella casa dei vicini, cittadini di origine romena. La loro versione è che la gatta sia entrata da sola nel giardino.

Natasha ha paura che possa accadere ancora, ma molti le offrono aiuto. Nel frattempo, su Facebook, si moltiplicano i gruppi che chiedono giustizia per Emma.

Commenti