L'assessore invita a fare il presepe a scuola, ma scoppia la polemica: "Violenza inaudita"

Giordano si scaglia contro Montanari che aveva definito razzista e violenta l'idea dell'assessore del Piemonte, che chiedeva di valorizzare le tradizioni natalizie

Il presepe associato a una "inaudita violenza" e diventato il simbolo della "banalità del razzismo". A sostenerlo è lo storico d'arte Tomaso Montanari, che sul Fatto Quotidiano si scaglia contro l'assessore all'Istruzione del Piemonte, Elena Chiorino, di Fratelli d'Italia.

A scatenare la polemica è una lettera, scritta dalla Chiorino alle scuole della Regione, per chiedere di "valorizzare presepi e recite di Natale" e "tutelare e mantenere vive l'identità culturale e le tradizioni". L'assessore aveva spiegato che "la ricorrenza natalizia e le conseguenti tradizioni come il presepe, l'albero di Natale e le recite scolastiche ispirate al tema della Natività sono parte fondante della nostra identità culturale e delle nostre tradizioni". E Montanari dietro quelle parole ci vedrebbe "una violenza inaudita", nei confronti delle scuole, della Costituzione, dei cattolici "che credono davvero" e nei confronti dei migranti.

Ma a prendere le difese della Chiorino è arrivato Mario Giordano, che sulla Verità difende l'idea dell'assessore e critica il testo di Montanari: "L'accostamento piuttosto ardito tra il presepe, il cotechino (con o senza lenticchie) e il razzismo si fonda sull'assunto che rivendicare la propria identità significa commettere un'inaudita violenza'". Poi ironizza: "È noto che invitare (si badi bene: invitare) una scuola a fare il presepe è un atto di prevaricazione inaccettabile", così come è noto che la Costituzione "dice che l' Italia è una Repubblica fondata sul lavoro e sulla negazione del presepe".

Infine, Giordano critica Montanari, che vedeva nell'invito a valorizzare il presepe un'offesa nei confronti dei migranti. E a finire nel mirino del critico d'arte sono le parole "chi proviene da altre realtà" (contenute nella lettera dell'assessore alle scuole), che sarebbero sinonimo di "migranti, islamici, ne(g)ri e pure gli ebrei". Ma Giordano fa notare che nella proposta dell'assessore non c'è nessuna violenza contro i migranti, perché "un conto è obbligare uno straniero a fare il presepe per integrarsi, cosa che non sta nella testa di nessuno e un conto è chiedere alle scuole di difendere le proprie tradizioni perché da qui (e solo da qui) può partire una vera integrazione".

La differenza sembrerebbe ben chiara, a detta di Giordano: "Se io vado in un Paese che non è il mio e voglio integrarmi, la prima cosa che faccio è cercare di conoscere le tradizioni locali, la fede, la storia, la cucina. Ma se quel Paese non mi fa conoscere nulla di tutto questo, perché se ne vergogna, perché lo considera 'inaudita violenza', come faccio a integrarmi? Con che cosa mi integro? Con il nulla".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

DRAGONI

Mer, 11/12/2019 - 08:11

CHI SA SE I CATTO COMUNISTI ANTIRAZZISTI SENZA SE E SENZA MA, TRA BREVE ,VIETERANNO CHE CI SIANO CANI DI VARIE RAZZE CHE PARTECIPANO A NOTI RELATIVI CONCORSI, E PRETENDERANNO CHE IN ITALIA CI SIANO SOLO CANI BASTARDIABOLENDO ANCHE I RELATIVI REGISTRI CHE NE CERTIFICANO L'ALBERO GENEALOGICO E DI CONSEGUENZA LA PUREZZA DELLA "RAZZA" DI APPARTENENZA.MI CHIEDO SE SONO UN RAZZISTA POICHE' HO E AMO UN CANE DI RAZZA TERRIER....MA AMO ANCHE I BASTARDINI.

arilibellula

Mer, 11/12/2019 - 08:12

strano che sia ancor alecito vendere il cotechinoe al carne di maiale, non offende le risorse? Risorse così semnsibili su tutto, tranne però che sull'alcool lì chiudono gli occhi e aprono bene la bocca.

VittorioMar

Mer, 11/12/2019 - 08:41

...NON SOLO HA FATTO BENE...ma E' DOVEROSO DIFENDERE LE NOSTRE RADICI CULTURALI !!!!...tanto agli altri NON SE NE FREGANO NIENTE...ci creiamo Problemi Esistenziali...INUTILI...STUPIDI e BANALI...!!!!

pinuzzo48

Mer, 11/12/2019 - 09:03

tutti questi sapientoni traditori della patria e delle nostre tradizione porteranno l'italia allo sfacello culturale e morale

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Mer, 11/12/2019 - 09:09

Vorrei che qualcuno mi aiutasse a capire, questo fanatismo dei dem nei confronti degli islamici, la così detta avanguardia della cultura, i portatori di cultura come li chiama il finto papa, a memoria non ricordo un nobel di alcun tipo che sia stato assegnato a un islamico nato in quelle terre, non parlo di gente cresciuta in Inghilterra e poi passata ad altra religione, dopo l'Africa il medio oriente è la zona con il maggior tasso di analfabeti, eppure i radical chic stravedono per costoro, si prostrano, li venerano, è qualcosa che sfugge alla comprensione il perché stanno prostituendo il paese per gente che non vuole integrarsi e ha come unico pensiero quello di mandarci via dalle nostre terre, vorrei capire la stupidità di certa gente, non ci riesco.

EliSerena

Mer, 11/12/2019 - 09:21

Tutti gli anni la stessa solfa. Non si da risalto alle decine di migliaia di presepi che vengono costruiti nelle scuole, negli ospedali, nella case, nelle piazze, nelle chiese. Si fa polemica per un caso di una persona che non conta nulla.Ieri mio marito ha partecipato alla costrizione della capanna nel nostro paesino che oapiterà la nott edi Natale pe rla Sant amessa l'ultimo nato( quest'anno nata) del paese con mamma e papà che rappresenteranno Maria e Giuseppe. E pur el'albero che verrà illuminato il 12 sera vigilia di Santa Lucia con un bel vin brulè. Dimenticavo. Alla costruzione hanno partecipato felicemente 3 neri di religione mussulmana.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 11/12/2019 - 09:22

Anche Bergoglio, idolo degli immigrazionisti, ha detto di realizzare nelle Chiese, nelle scuole, e anche in casa il presepe. Ma su questo invito silenzio assoluto dei trinariciuti.

tremendo2

Mer, 11/12/2019 - 09:26

a questo punto togliamo ogni riferimento al Natale, luci natalizie, luminarie, regali, pannettoni, torroni, cotechini, settimane bianche, ecc. Così rispettiamo quelli di cui parla "Bella ciao" (si può citare una canzone xenofoba come "Bella ciao"?)

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 11/12/2019 - 09:26

Il Signor Montanari ci dica se l'effigie di Salvini impiccato a testa in giù è violenza inaudita o goliardia e burla.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 11/12/2019 - 09:30

Bravo Giordano! Molti della sinistra si stanno addentrando dentro il tunnel dell'appiattimento della cultura italiana in nome di una integrazione che fa fatica a prendere piede e che penalizza le tradizioni italiane. Ma perché vi state incaponendo a volere azzerare ciò che siamo? Siate italiani e mantenete viva la nostra cultura e facciamola conoscere a chi non conosce e a chi vuole integrarsi.

batteintesta

Mer, 11/12/2019 - 09:46

Se costui fa il critico d'arte come utilizza la logica farebbe meglio a cambiare mestiere non avendo capito cosa voglia dire la parola "Natale... Forse crede che voglia significare allegria, pacchi, pacchetti, luci, nastri e lustrini... Per noi cristiani è l'incarnazione e la nascita di Dio Salvatore... Costui che caspita festeggerebbe?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 11/12/2019 - 10:36

La Lega dovrebbe fare l'opposto per ottenere ciò che vogliono. Basterebbe che dicesse che le insegnanti ed i presidi di sx sono obbligati a non fare il presepe, che per dispetto loro lo fanno. Se non lo fanno, i presidi e gli insegnanti di sx vadano a fare i lavori socialmente utili in quei giorni di festa per i credenti....ma che non si siedano ad aspettare l'ora di uscita.

01Claude45

Mer, 11/12/2019 - 10:40

La mia esperienza nel mondo, sig. Montanari, mi ha insegnato una semplice cosuccia, a titolo esemplificativo s'intende: la mia caparbietà nel cercare di apprendere la lingua locale nel paese straniero mi ha permesso di farmi amici, rendermi simpatico, lavorare tranquillo, farmi spiegare ampiamente usi e costumi locali, partecipare alle loro folcloristiche feste, essere invitato a casa loro anche per feste famigliari, imparare ad apprezzare la loro cucita tipica (buona!), mantenere rapporti di amicizia e collaborazione telefonica, via internet anche ora che sono pensionato. Per esser più chiaro IO MI SONO INTEGRATO NEL LORO PAESE E NELLA LORO SOCIETÀ E NULLA MI HA CREATO DISAGIO E MAI HO RAVVISATO MANCANZA DI RISPETTO NEI MIEI CONFRONTI PER QUANTO VISTO ED APPRESO IN QUEI PAESI. E 1/2 mondo l'ho girato.

ilrompiballe

Mer, 11/12/2019 - 10:42

Quando per lavoro mi recai in Unione Sovietica, avendo in previsione di restarci per diversi anni, per prima cosa imparai il russo, anche per capire meglio usi e costumi locali ai quali avrei dovuto adeguarmi. Non chiesi certo ai russi di inchinarsi ai miei. Questa storia del presepe non è altro che uno dei tanti tentativi di annullare il cristianesimo in nome del nulla ateo. Ma si abbia il coraggio di dirlo, senza nascondersi dietro pretesti ipocriti. Tra l'altro a un mio amico musulmano il mio presepe piace molto.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 11/12/2019 - 11:00

Ma questo è venuto o l'hanno mandato?

Ritratto di adl

adl

Mer, 11/12/2019 - 11:06

Giordano ha fatto il suo dovere.........altri sono in vacanza sulle sponde del Rio delle Amazzoni, e pertanto tacciono o parlano di altro.

Tommaso_ve

Mer, 11/12/2019 - 11:07

Nel presepe ci sono (ma correggetemi): Tre ebrei (o abitanti della Giudea, se preferite), un persiano (Melchiorre), un arabo (Gaspare), un indiano (Baldassarre). Ideatore? Un Santo, patrono dell'Italia, cattolico. Se mi date un'alternativa più Melting-Pop...

gonggong

Mer, 11/12/2019 - 11:21

VittorioMar---pinozzo 48. d'accordissimo con voi al 100%%%%

graffio2018

Mer, 11/12/2019 - 11:21

.. che tra l'altro, ho un paio di amici di fede islamica e a loro non da affatto fastidio il presepe, anzi.. hanno anche loro la figura di Maria e non ci trovano proprio nulla di strano!! gli addobbi colorati, il folclore, i canti fanno anche piacere a tutti! se vogliamo che gli stranieri si integrino dobbiamo anche fargli conoscere le nostre tradizioni e la nostra cultura, altrimenti a cosa si integrano???

graffio2018

Mer, 11/12/2019 - 11:23

navajo.. è vero, stranamente non ne parla nessuno!!! se il Papa dice di accogliere i migranti, manifesti su tutti i giornali... se dice di fare il presepe, silenzio assoluto e notizia imboscata

mifra77

Mer, 11/12/2019 - 11:44

Inaudita violenza? Lui sarà anche un critico(magari con qualche problema) ma il Natale e le sue tradizioni che lui lo voglia o no, fa parte delle nostre tradizioni religiose ed anche culturali. Piuttosto che dice il critico delle zucche vuote intarsiate a forma della sua testa e dei mostri, dei vestiti a mo' di scheletri, delle maschere sanguinanti ed altro? Queste sono usanze religiose che non ci appartengono, entrate nelle nostre case con vera violenza, e di cui il critico di stidù non pensa ai traumi che possono provocare ai bimbi.

omaha

Mer, 11/12/2019 - 11:44

Incredibile che un paese cattolico, si debba piegare ai ricatti di persone che del nostro paese e dei nostri valori non gliene frega nulla Io se vado in un altro paese, chiedo permesso e chiedo se posso fare o non fare una certa cosa Come si permettono di darci dei razzisti? Noi andiamo in africa, in asia o in qualsiasi altro paese del mondo non cattolico, ad imporre il nostro credo e tradizioni? Ma vergogna E sapete come ci ringraziano di questo molti migranti? Portandoci violenze e malavita E noi dovremmo piegarci a loro? Perchè? E' casa nostra, non loro Vergogna

laval

Mer, 11/12/2019 - 12:32

I gretini rossi non riescono neanche a vedere che il lavoro sommerso per fare i presepi, in particolare al sud è importante. I rossi non vogliono ricordare l'opera di Cristo (pace per tutti) sono in maggioranza, va bene allora si tolgano queste feste e si vada a lavorare.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 11/12/2019 - 13:32

i pastorari e presepiari di san gregorio armeno, aprano una succursale in tutta italia e in tutte le città della ue! e poi chiederemo ai comunisti: "ve piace 'o presebbio"?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 11/12/2019 - 13:37

... dimenticavo, chiediamo a viva voce e con mail alla rai che il giorno di natale devono trasmettere "natale in casa cupiello" annichiliamo comunisti e mussulmani!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 11/12/2019 - 14:02

ALLORA NOI A NAPOLI ABBIAMO UNA STRADA DOVE SONO TUTTI RAZZISTI!INFATTI A SAN GREGORIO ARMENO É NATALE TUTTO L;ANNO DOVE I VARI COSTRUTTORI DI MADONNE!GESÚ!PASTORI!SAN GIUSEPPE!ETC..ETC...!SONO OCCUPATI AD ESSERE RAZZISTI PER SEMPRE!É ANCHE IO SONO UN RAZZISTA PERCHE A LUGLIO SONO A NAPOLI PER COMRARMI UN PRESEPE DA 2000 EURO!É IN QUESTO SENSO CHIAMATEMI RAZZISTA PURE A ME CHE ME NÉ FREGO!.

Malacappa

Mer, 11/12/2019 - 14:06

Tutti i genitori in tutte le scuole devono andare a fare il presepio questa e' tradizione italiana e nussuno ripeto nessuno ce la deve togliere chiaro

euroverclock

Mer, 11/12/2019 - 14:08

Doveroso proteggere le nostre tradizioni anche così, fanno bene a chiedere alle scuole di fare il presepe, @tremendo2, che centra "Bella Ciao" ? E perchè il Natale dovrebbe offendere la sinistra ? "Bella Ciao" io non la considero una canzone di sinistra, è invece la canzone di tutti coloro che amano la libertà, almeno così dovrebbe essere, che poi a sinistra la si usi in modo improprio è vero.

newman

Mer, 11/12/2019 - 14:25

"Rivendicare la propria identitá significa commettere un'inaudita violenza": questa é la tesi fondamentale, supposta ma mai apertamente dichiarata, perché indefendibile, di certi sinistri dalle idee flaccide come il cotechino. Chiedete loro di offrire degli argomenti a supporto della loro tesi? Richiesta inutile: non ne hanno perché tali argomenti non ci sono.

agosvac

Mer, 11/12/2019 - 14:30

Mi sembra più che ovvio che gli italiani devono seguire le loro tradizioni. I fasulli che vengono in Italia o si adeguano oppure come sono venuti se ne possono anche andare. Se vado in un Paese islamico non oserei mai dire che il Ramadan è una stupidaggine ( anche se, in fondo, lo è perché digiunare di giorno per potere gozzovigliare di notte, non mi sembra troppo intelligente) perché è una loro tradizione.

tersicore

Mer, 11/12/2019 - 14:59

E' di un'evidenza cartesiana che il PD mira non solo ad affossare il Paese, ma anche a distruggere la sua dignità e l'orgoglio nazionale. Questo partito ha trasformata l'Italia, artefice della storia dell'Occidente, in in un Paese succubo degli invasori e in balia dei delinquenti e devastato dalla peste del buonismo. E il suo odio contro gli italiani che la pensano diversamente, è una radicalizzazione estrema del razzismo.

mimmo1960

Mer, 11/12/2019 - 15:07

Ci fanno sentire stranieri in casa nostra, andate via dall'Italia.

mimmo1960

Mer, 11/12/2019 - 15:16

Per EliSerena. I tre musulmani che hanno partecipato per la costruzione del presepe, bene. Mi chiedo.. chi sono gli antitaliani coloro che vogliono cancellare la nostra cultura e le nostre tradizioni i musulmani o gli italiani??? e di quale partito???? Povera Italia!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 11/12/2019 - 15:53

Montanari è uno storico alquanto smemorato: il presepio viene allestito nelle festività natalizie per ricordare un importante passo del Vangelo (per i cattolici). Dove sarebbe la mancanza di rispetto verso i non cattolici? Aboliamo dal nostro menu anche la carne di maiale la cui vista disturberebbe il credente musulmano? E con gli alcoolici che i musulmani fuori dalla loro terra ingurgitano fino a ubriacarsi, come la mettiamo egregio professore, aboliamo anche quelli? La risposta di Giordano in chiosa è più che condivisibile.

Tenedotante

Mer, 11/12/2019 - 16:28

anche come esperto d'arte c'è di molto meglio. Non mette conto spendere altro tempo.

Giorgio Colomba

Mer, 11/12/2019 - 16:42

Un presepe "violenza inaudita? Storico più di parte, che d'arte.

maurizio.fiorelli

Mer, 11/12/2019 - 17:17

Sarà anche un grande critico d'arte ma, se difende una tesi cosi balorda,il suo cervello è piuttosto limitato!

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Mer, 11/12/2019 - 18:15

Tentando una mediazione: per la Chiesa Cattolica ed il PD non potrebbe andare ben un presepe ecumenico e sardinico, in cui al posto del Bambinello ci sia una forca a cui e' appesa una statuetta di Salvini?

rossoarciere

Mer, 11/12/2019 - 18:40

MA CHI E' QUESTO MONTANARI???????????? QUALCUNO FUGGITO DAL MANICOMIO????? AH DIMENTICO ,I MANICOMI NON ESISTONO PIU' ESISTONO SOLO I MATTI IN LIBERA USCITA!!!!!!!!!!!

salmodiante

Mer, 11/12/2019 - 18:48

Con la scusa dell' integrazione la sinistra perpetua il suo progetto di oltraggiare la religione cattolica e in generale le nostre tradizioni positive. Mica sgozziamo capre in mezzo alla strada! Al massimo un morso al panettone con uvetta e un claice di spumante italiano, se non disturba.. scusi nhe!

caren

Mer, 11/12/2019 - 18:59

Secondo me, non gli importa nulla dei migranti. Devono tenere in piedi un sistema di scontro sociale, che fa comodo a loro.

ziobeppe1951

Mer, 11/12/2019 - 19:07

...preferisco i Legnanesi “ non è natale senza panettone”

dare 54

Mer, 11/12/2019 - 20:02

"Tradizionalista" mi pare più appropriato di "razzista". E' giusto che chi viene a casa nostra conosca le nostre tradizioni, i nostri valori e le nostre Leggi. Questa è INTEGRAZIONE. Nessuno è obbligato a mangiare maiale o andare a Messa, ma non per questo a noi deve essere vietato mangiare maiale o andare a Messa. E se le canzoncine di Natale a scuola danno fastidio, ce lo dicano loro, non i loro avvocati difensori italiani. Sono sicuro che i dirigenti scolastici troveranno il modo di scioglierli dall'obbligo di essere presenti a scuola in quelle occasioni.

ekat

Mer, 11/12/2019 - 20:50

Il problema, a parer mio, è mal posto. Ok, niente più presepe, ma nelle scuole, mi auguro, dovrà pur entrare l'arte nel suo significato più ampio: pittura, scultura, architettura, letteratura, musica, teatro, etc. etc. E, in Italia, tutte queste arti sono profondamente segnate dalle nostre radici ebraico-cristiane. Montanari cosa propone, azzeriamo tutto? Cancelliamo secoli di storia e di cultura? E, ancora, i bambini italiani hanno o no il DIRITTO di accedere alla cultura alta? No, perché, con il suo ragionamento, finirà (o sta già finendo?) che la cultura sarà accessibile a pochi, e i TANTI dovranno accontentarsi dei murales di periferia, della musica rap o trap e schifezze varie. Questo è il peggior razzismo e si chiama classismo. 

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 11/12/2019 - 22:47

Se adesso per i comunisti, che diventan osempre più invasati, fare il presepe è da razzisti, significa che abbiam otoccato il fondo. A questo punto s idimostran olorro razzisti più che mai. da cancellarli dalla faccia della terra.

salmodiante

Gio, 12/12/2019 - 04:45

Invece a Milano i dipendenti comunali sono "invitati" ad assistere in Galleria alle celebrazioni dei 50 anni della strage di Piazza Fontana. Una nuova celebrazione del "periodo natalizio" e del rito del presupposto martirologico di sinistra, magari con visita al "santuario del Circolo Anarchico della Ghisolfa?".

incavolatobianco

Gio, 12/12/2019 - 08:25

ciò che da fastidio al Montanari e soci non è il Presepe in sé;da fastidio che vi sia rappresentata una Famiglia con Padre,Madre e Figlio:questo,li manda fuori di testa!

Fjr

Gio, 12/12/2019 - 09:03

Non vogliono il presepe e poi festeggiano allouin,scritto volutamente in italiese,prima che i soliti anglofoni partano con le solite pignolerie,ma dei veri problemi del paese c’è qualcuno che si interessa o come al solito lasciamo tutto al caso?