Litigano per la pizza, bambino minaccia compagna di scuola con un coltello in mensa

È accaduto in un istituto non lontano da Londra, dove due compagni stavano discutendo nel refettorio, quando lui ha afferrato una lama da burro e l'ha puntata contro l'amichetta urlando: "Lo faccio!"

Avevano da poco raggiunto la mensa scolastica quando, probabilmente per motivi futili, hanno iniziato a litigare. Così, un bambino di sette anni ha preso un coltello, si è rivolto verso una compagna di scuola e glielo ha puntato alla gola. Il tutto per una discussione sulla pizza servita nel refettorio dell'istituto che entrambi frequentano. È accaduto alla Meads Primary Schoool di Bedfordhire, a circa un'ora da Londra, nel Regno Unito.

Il gesto

Secondo quanto riportato da Leggo, la bambina avrebbe detto al ragazzino di non mangiare la fetta di pizza che era caduta dal suo piatto. Lui non avrebbe ascoltato la raccomandazione della compagna finendo il trancio e lei, a quel punto, lo avrebbe rimproverato. Così il ragazzino, dal posto in cui era seduto, si è alzato, avrebbe afferrato un coltello da burro e glielo avrebbe puntato addosso urlando: "Lo faccio! Lo faccio!".

L'indignazione della madre

Alla madre della piccola, è stato comunicato che lo studente è stato sospeso da scuola per il resto della giornata. La donna, però, ha comunque denunciato l'episodio alla polizia, accusando la scuola di "non aver preso sul serio cioè che è accaduto". La madre ha anche criticato l'istituto perché, a suo parere, sarebbe stato troppo indulgente nei confronti dell'alunno. La donna avrebbe poi aggiunto: "Mia figlia non associa i coltelli al crimine. Qualcosa è andato molto storto se un ragazzo pensa che la soluzione a un litigio sia quella di puntare un cotello alla gola. Ma sono ancora più sconcertata dalla risposta della scuola a quanto avvenuto, che è stata sostanzialmente quella di espllere uno studente per 45 minuti".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.