Maltempo nel Foggiano: muore agricoltore travolto dalla piena

Sei persone che si erano rifugiate sui tetti delle loro case sono state tratte in salvo. Moltissimi gli interventi dei soccorritori. La vittima aveva 65 anni: uscito dalla propria auto, probabilmente per un gausto, è stato travolto dalle acque

Da Twitter

Paura, molti danni e una vittima, nel Foggiano, a causa del maltempo. È stato identificato l’uomo morto dopo essere stato travolto dall’acqua mista a fango e detriti nelle campagne di San Severo, in provincia di Foggia, dove si è abbattuto un violento temporale. Si tratta di Raffaele Russi, un agricoltore di 65 anni: l’uomo era a bordo della sua utilitaria, alla periferia di San Severo quando - molto probabilmente - per un’avaria è sceso dal mezzo. La violenza dell’acqua l'ha travolto, uccidendolo e trascinandolo per centinaia di metri. Il corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco a circa 400 metri dalla sua automobile.

In tutto sono state 25 le persone tratte in salvo dai vigili del fuoco che hanno operato con 13 squadre giunte anche dai comandi di Campobasso, Isernia e Taranto. Numerosi gli automobilisti rimasti in panne sulle strade provinciali e statali del Foggiano tratti in salvo dai pompieri. Alcuni camionisti, spaventati per le frane, si erano rifugiati sui cassoni dei loro mezzi. Sei, invece, le persone che, nel territorio di San Severo, hanno trovato rifugio sul tetto di un’abitazione e che sono state salvate da un elicottero del 115.

Un mezzo anfibio dei vigili del fuoco è intervenuto anche sulla statale 272, alla periferia di San Marco in Lamis. Qui un autobus di linea è stato costretto a fermarsi per l’acqua che aveva invaso la corsia: tra i passeggeri una donna che doveva effettuare un trattamento di chemioterapia. La donna è stata trasportata sul mezzo anfibio e accompagnata all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

Il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, è costantemente informato sulle conseguenze dell'ondata di maltempo nel centro-sud Italia. Il ministro è in contatto con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio e con il prefetto di Foggia Maria Tirone ed è aggiornato in tempo reale sull'esondazione del fiume Candelaro a San Marco in Lamis e San Severo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.