Maltrattamenti sulla compagna: arrestato 37enne nel Brindisino

Dopo una lite, un 37enne ha picchiato la compagna costringendola, poi, a fare una doccia con acqua fredda. L’uomo ha già maltrattato la donna in passato

Maltrattamenti sulla compagna: arrestato 37enne nel Brindisino

Con l’accusa di maltrattamenti ai danni della sua convivente, i carabinieri di Villa Castelli, in provincia di Brindisi, hanno arrestato in flagranza di reato un uomo di 37 anni originario della Liguria.

Il fermo è avvenuto giovedì dopo che la vittima, sotto choc e con evidenti segni su collo e braccia dovute alle percosse subite, si è presentata dai militari denunciando di essere stata aggredita e picchiata dal suo compagno.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la violenza si è verificata a seguito di una furiosa lite durante la quale la donna era stata offesa, minacciata e malmenata. Stanca della situazione ormai divenuta insostenibile, la vittima aveva invitato il 37enne a lasciare immediatamente l’abitazione.

L’uomo, ormai senza più freni, non solo non ha voluto allontanarsi dalla casa ma ha reagito scagliandosi contro la compagna strappandole alcune ciocche di capelli. Quando la sventurata ha provato a liberarsi, è stata costretta a stare sotto l’acqua ghiacciata della doccia.

Solo in un momento di distrazione del fidanzato, la vittima è riuscita a scappare ed a chiedere aiuto ad un parente che, appresa la situazione, l’ha portata dai carabinieri.

Dalle indagini condotte dai militari è emerso che la donna veniva maltratta anche quando conviveva con il 37enne in Liguria, ed era già stata in ospedale a causa di maltrattamenti. Nell’ottobre dello scorso anno, l’uomo aveva ricevuto un ammonimento dal questore di Genova.

Dopo questo provvedimento, la vittima era tornata nel suo paese ma il suo compagno sarebbe tornato a trovarla diverse volte come in occasione del Natale appena passato.

Commenti