La furia del pregiudicato romeno: calci e sputi contro i poliziotti

L'uomo, il 52enne R.C, era già noto alle forze dell'ordine per una lunga serie di reati di polizia

Prima ha infastidito ed insultato alcuni cittadini che attraversavano le vie del centro storico di Mantova, quindi ha sputato ed aggredito gli uomini della questura intervenuti sul posto a seguito delle segnalazioni ricevute. Protagonista in negativo della vicenda, come riferito da AdnKronos, un pluripregiudicato di nazionalità romena, ora detenuto dietro le sbarre della locale casa circondariale.

L'episodio si è verificato durante il pomeriggio della giornata di ieri, venerdì 20 novembre. In preda ai fumi dell'alcol, il 52enne ha iniziato a molestare pesantemente chiunque avesse la sventura di incrociare il suo cammino: minacce e insulti hanno spinto le vittime dello straniero a richiedere l'intervento di una volante della questura di Mantova in servizio per pattugliare le vie del centro storico della città. Non è andata, tuttavia, meglio agli agenti accorsi prontamente sul posto.

Il romeno, infatti, non ha esitato a scagliarsi anche contro gli uomini in divisa, che pertanto hanno deciso di condurlo presso gli uffici della questura in piazza Sordello per effettuare le consuete operazioni di identificazione ed incriminazione. Proprio durante queste fasi, tuttavia, il 52enne ha iniziato a dare in escandescenze, divenendo ancora più ingestibile per gli agenti. Oltre al comportamento scarsamente collaborativo ed aggressivo, già tenuto in precedenza, il romeno ha iniziato ad insultare e minacciare i presenti, passando rapidamente alle vie di fatto. Scagliatosi contro un poliziotto, il facinoroso lo ha colpito con forti calci alle gambe, sputando poi in direzione dei colleghi di quest'ultimo. Nel tentativo di bloccare a terra il romeno, gli agenti hanno dovuto scontrarsi con la sua strenua resistenza: mentre il 52enne tentava di divincolarsi dalla presa ha colpito più volte la porta di un ufficio riuscendo a danneggiarla. Costretti ad immobilizzare lo straniero, gli agenti hanno fatto scattare le manette ai suoi polsi procedendo all'arresto.

Durante le fasi di identificazione, e grazie all'ausilio della banca dati delle impronte digitali, è emerso trattarsi di R.C., romeno pluripregiudicato con alle spalle una lunga lista di precedenti di polizia, tra cui porto abusivo di oggetti atti a offendere, danneggiamento, violazione di domicilio, furto aggravato, molestie e disturbo alle persone. Il 52enne è stato incriminato per resistenza, violenza, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale.

Finito dietro le sbarre del carcere di Mantova, R.C. è finito a giudizio proprio stamani: il questore ha dato disposizione all'Ufficio immigrazione di provvedere all'avvio dell'iter previsto per l'espulsione dal territorio nazionale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enne58

Sab, 21/11/2020 - 14:13

Uno delle tante "risorse"

SemprePiùBasito

Sab, 21/11/2020 - 14:14

Ma ne siete sicuri che questo soggetto lo esporteranno ? BALLE fra un paio di mesi quando l'aria sarà più tranquilla lo troveremo da qualche parte in Italia. Grazie Ministero degli Interni.

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 21/11/2020 - 14:20

Espulsione vera oppure come al solito?

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 21/11/2020 - 15:23

tipico pagatore seriale di pensione, orgoglio della sinistra

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 21/11/2020 - 16:01

dentro la casa circondariale?? per quanto?? alla fine un buon avvocato chiedera' i danni al ministero di grazie e giustizia..e verra' ascoltato!!

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 21/11/2020 - 16:09

per una lunga serie di reati di polizia ... ... ... e cosa ci faceva ancora in Italia? c'è qualche magistrato che è in grado di dare una spiegazione?

venco

Sab, 21/11/2020 - 16:12

Porte aperte ai delinquenti di tutto il mondo, il bello è che non vengono espulsi al primo fermo, e nemmeno in seguito.

Ritratto di babbone

babbone

Sab, 21/11/2020 - 16:29

grazie alla politica della sinistra non c'è più rispetto per le Forze dell'Ordine...

amedeov

Sab, 21/11/2020 - 16:30

Se si dichiara gay può restare

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 21/11/2020 - 17:13

Espulso? Ma non scherziamo, ci deve pagare la pensione.

aldoroma

Sab, 21/11/2020 - 17:16

Un altra risorsa