Meningite, promessa della danza muore a 14 anni

Valentina Sanna, danzatrice di 14 anni, è morta a causa di una rara forma di meningite mentre si trovava in vacanza con la famiglia in Sardegna

È morta a 14 anni a causa di una rara forma di meningite. Valentina Sanna, giovane promessa della danza, stava trascorrendo le vacanze di Natale con tutta la famiglia in Sardegna, sua terra d'origine, quando ha iniziato a sentirsi male. Il giorno di Santo Stefano, la ragazza aveva iniziato ad accusare un forte mal di testa a cui si erano poi aggiunti anche febbre alta e malessere.

Sintomi che avevano subito fatto pensare ad una influenza. Ma in pochi giorni le sue condizioni sono peggiorate. Dopo aver dato l'allarme al 118, la giovane ballerina è stata trasportata d'urgenza in ospedale. Lì i medici hanno le subito diagnosticato la meningite, ma la malattia non le ha lasciato scampo: nonostante gli sforzi dei dottori, la 14enne è morta il primo gennaio, dopo alcuni giorni di agonia.

Valentina, come riporta il Messaggero, era una stella nascente del balletto in Inghilterra. La 14enne faceva parte della Procter Dance Academy di Crosby e si era guadagnata un posto anche alla prestigiosa Royal Ballet School di Londra. Fin dall'infanzia, Valentina si allenava per diventare una prima ballerina. Poi la meningite l'ha portata via. Durante le vacanze di Natale, la famiglia della giovane si era recata in Sardegna. Ed è proprio sull'isola che la 14enne ha iniziato a sentirsi male: prima i forti dolori alla testa poi la febbre alta. Dopo alcuni giorni di agonia, il decesso che ha devastato tutta la famiglia.

I genitori hanno scelto di donare gli organi della loro bimba "per dare nuova vita ad altri pazienti", ha dichiarato il papà Alberto, musicista di professione. "È stato un sollievo per noi sapere che il suo sacrificio sarebbe servito a dare una nuova vita ad altri pazienti", ha dichiarato il padre, come riporta Fanpage. La famiglia Sanna ha inoltre dichiarato di voler onorare la memoria della 14enne dando vita ad una associazione benefica. "Non ci sono parole per descrivere come ci sentiamo, ma mandiamo il nostro amore più profondo, i pensieri e le preghiere alla sua famiglia in questo momento estremamente triste. Era una ballerina di talento, impegnata e appassionata che era una pura gioia e un onore aver insegnato. Non la dimenticheremo mai e continueremo sempre a ballare per Valentina", si legge in un post della Procter Dance Academy.