Meteo, aria fredda in arrivo: da domani piogge e crollo delle temperature

Correnti provenienti dalla Russia investiranno il Nord Italia già da questa notte. Il maltempo poi colpirà da giovedì anche il Centro ed il Sud. Forte calo delle temperature

Addio all’estate. Nelle prossime ore il caldo e le belle giornate che hanno caratterizzato la prima metà di settembre saranno solo un ricordo. A partire da domani mattina, sulle regioni settentrionali ci sarà una imponente irruzione di correnti d’aria artica provenienti dalla Russia che porteranno temporali, venti forti e un deciso calo delle temperature.

Già nel corso della notte si registreranno le prime intense precipitazioni sulle aree alpine e prealpine del Triveneto. Il maltempo, poi, si estenderà sul resto del Nord Italia a partire dall’Emilia Romagna e Lombardia orientale dove si verificheranno fenomeni temporaleschi e grandinate a carattere sparso, in attenuazione in serata.

La situazione più preoccupante è prevista nel Veneto. La protezione civile ha, infatti, dichiarato lo stato di attenzione per criticità idrogeologica nei principali bacini idrografici della Regione. Ma l’allerta gialla riguarderà anche gran parte dell’Emilia Romagna.

Giovedì il maltempo si sposterà al Centro e al Sud Italia. Rovesci, temporali e grandinate investiranno le Marche, dove è scattato il preallarme, l’Abruzzo, il Molise. I fenomeni interesseranno anche la Toscana centro-meridionale, il Lazio con Roma compresa e, sul finire della giornata, anche la Puglia.

L’arrivo di aria fredda dalla Russia comporterà anche un drastico calo delle temperature. Nelle regioni settentrionali e su gran parte del versante adriatico, la colonnina di mercurio scenderà anche di 10° rispetto ai valori attuali. Le massime sulla Pianura Padana e sulle regioni tirreniche non supereranno i 25°, mentre sul versante adriatico si attesteranno sui 21°.

Discorso diverso al Sud e sulle Isole maggiori dove l’estate continuerà con il termometro che addirittura che segnerà anche 33°.

Nel fine settimana ritornerà il sereno grazie al ritorno dell’anticiclone che allontanerà dall’Italia le correnti fredde. Le temperature, però, saranno decisamente più gradevoli.