"Mia figlia morta per un bacio": la neonata contagiata dall'herpes

La piccola Kiara è morta a sole 2 settimane di vita per colpa dell'herpes: ha contratto il virus con un bacio

"Mia figlia morta per un bacio": la neonata contagiata dall'herpes

È morta a sole due settimane di vita per colpa di un bacio. Così l'herpes ha ucciso la piccola Kiara, neonata britannica contagiata probabilmente da quello che voleva essere un gesto di affetto e "benvenuto" di un parente o un amico.

"Nemmeno nei miei incubi peggiori avevo pensato che un bacio potesse uccidere mia figlia", ha raccontato in lacrime la madre Kelly Ineson al Daily Mail, "I medici ci hanno detto che Kiara probabilmente ha contratto il virus attraverso il bacio di qualcuno. Siamo sempre stati attenti e non abbiamo permesso a nessuno che sembrava malato o che non avesse lavato le mani di avviciarsi a lei".

La bimba è stata ricoverata dopo 10 giorni dalla nascita a causa della perdita anomala di peso. Dopo quattro giorni in cui i medici non sono riusciti a diagnosticare l'infezione, la bimba è andata in blocco renale e in sepsi, al punto che i sanitari hanno optato per il coma indotto. Diagnosticato l'herpes neonatale, ai genitori è stato comunicato che non c'era più nulla da fare e le macchine che la tenevano in vita sono state spente. Se anche si fosse salvata, i danni al cervello sarebbero stati irreversibili.

L'herpes neonatale è causato dal virus dell'herpes simplex, altamente contagioso e molto pericoloso per i neonati che non hanno ancora sviluppato un adeguato sistema immunitario. Spesso i portatori del virus non sanno di essere contagiosi. Per questo i medici raccomandano di non baciare i bimbi così piccoli.

Commenti