"Migranti trattati come bestie". E la coop si teneva i contributi

La Guardia di Finanza di Imperia ha sgominato un'associazione a delinquere che dietro il controllo "occulto" di una cooperativa sociale, tratteneva i contributi statali destinati ai migranti, trattando quest'ultimi come bestie

La cooperativa sociale trattava i migranti come bestie, dando loro da mangiare polmoni e altre frattaglie di pollo, il tutto per trattenere, a detta dell’accusa, dal 50 al 70 per cento dei contributi statali. Un circolo vizioso, che andava avanti da circa un anno e al quale è stata messa la parola fine, oggi, con un blitz della Guardia di Finanza, coordinato dalla Procura di Imperia, che ha portato all’arresto quattro persone. Tre gli indagati in stato di libertà, tra cui un alto funzionario all’epoca dei fatti in servizio alla Prefettura di Imperia, oggi trasferito a Torino.

In manette sono finiti: Gianni Morra, 62 anni, residente a Cuneo, considerato il personaggio chiave dell’organizzazione criminosa; la sua compagna Manuela De Mita, 48 anni, di Asti; Guido Tabasso, 67 anni, avvocato di Torino, col ruolo di consulente e Antonella Morra, 58 anni, residente a Cuneo. Mentre per Gianni Morra, De Mita e Tabasso - considerati soci occulti della coop sociale - l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata, a vario titolo alla truffa e alla frode e altri reati; per Antonella Morra, l’accusa in concorso è quella di autoriciclaggio.

Indagati in stato di libertà: Alessandra Lazzari, alto funzionario all’epoca dei fatti della Prefettura d’Imperia, ora trasferita a Torino ed accusata di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e due commercialisti del Torinese incaricati di tenere la gestione contabile dei soldi proventi della frode che venivano investiti in alcune società di famiglie.

Al centro delle indagini, decollate nel 2017, la cooperativa sociale Caribu, di Cuneo, che gestiva i due centri, della quale Gianni Morra, De Mita e Tabasso vengono considerati soci occulti. Gli inquirenti hanno messo in luce un giro stimato in 1,3 milioni di euro di contributi statali che erano stati intascati e riciclati, relativi alla gestione quotidiana di 120-130 migranti dei centri accoglienza di Vallecrosia e Sanremo, in provincia di Imperia.

Il sistema si basava sulla comunicazione quotidiana alla Prefettura di Imperia di un numero di ospiti, nei due centri, superiore a quello reale e sulla sovrafatturazione dei costi, mai o solo potenzialmente affrontati per erogare ai migranti i servizi previsti in base all’appalto pubblico.

La sovrafatturazione avveniva grazie all’interposizione di una serie di società di capitali, tra cui la Libra srl, di Cuneo, utilizzate per drenare dai conti della cooperativa quasi il settanta per cento dei fondi erogati dal ministero dell’Interno. In particolare, l’immobile acquistato dai due fratelli Gianni e Antonella Morra, tramite mutuo, veniva affittato alla Libra srl, sempre di proprietà degli indagati, per trentottomila euro all’anno (pari al premio annuale del mutuo), a fronte di una richiesta di rimborso alla Prefettura di quasi il triplo dell’importo, pari a novantamila euro.

"Tra i metodi per risparmiare c'era lo sfruttamento del lavoro e un trattamento inaccettabile delle condizioni fisiche e psichiche dei migranti. Il gip nella sua ordinanza dice che venivano trattate come bestie". Ad affermarlo è stato il procuratore aggiunto di Imperia, Grazia Pradella, nell'illustrare i particolari dell'indagine. E poi. "Abbiamo delle intercettazioni dove si disquisisce sul tipo di cibo da dare e viene deciso di dare polmone con varie frattaglie per ottimizzare i costi - ha aggiunto - un tipo di cibo che probabilmente le persone non danno neppure ai loro gatti. Chi provava a ribellarsi, abbiamo la prova in un'intercettazione, è stato picchiato e umiliato".

Le intercettazioni

Polmone costa un euro, un euro e mezzo al chilo… costa niente…". Risposta: "Non pensavo lo mangiassero!". E poi. "No, no! Lo mangiano il polmone…cuore, polmone, quella roba lì…costa poco, costa meno del pollo…".

Sono questi i contenuti di una delle tante intercettazioni della Procura di Imperia, a margine dell'oerazione. La telefonata, in particolare, risalente al 29 dicembre del 2017, è quella tra Gianni Morra e la sorella Antonella.

E ancora. "Centoventi [migranti] per 30 vuol dire che fanno 3.600 euro al giorno […] per 31 giorni sono 111mila euro al mese…", afferma Gianni Morra in un'altra conversazione del 4 gennaio 2018. E aggiunge: "Bon, quindi fa già una bella cifra, eh?... Sì, diciamo che poi hai le spese per i pasti, per queste cose qua… però… Cinquan… cinquanta e cinquanta!".

C'è anche una telafonata del 29 marzo 2018 tra Gianni Morra e la fidanzata Emanuela De Mita. "... Allora eeh, sia su Ubi che su San Paolo i soldi sono già arrivati", dice Gianni e risponde la fidanzata: "Sì, girali, girali! quanti sono arrivati?". Replica Gianni: "Venticinque da una parte e venticinque dall'altra".

Quindi una telefonata del 9 febbraio 2018 tra l'avvocato Guido Tabasso e Gianni Morra. "Vanno bene?", dice Tabasso. Risposta: "…Nella riunione, io seduto e loro tutti in piedi. A un certo punto dico 'questa è una famiglia', qua e là, su e giù. Esce fuori uno con il dito puntato (riferito a un migrante, ndr) e mi dice: 'il business è tuo, guadagni te i soldi' […]. L'ho preso per i capelli, gli ho tirato un calcio nelle giunture delle gambe, si è inginocchiato da solo…". Risponde l'avvocato: "…Eeh appunto…". Ancora Morra: "… Subito, subito! Poi stava andando via questo qua e altri due un po' 'schiena', vieni un po' qua! Vai a cambiarti va! che adesso ti faccio diventare bianco, dai il bianco, ai muri!".

Il commento del ministro dell'Interno Matteo Salvini

Arrestate quattro persone che, facendo business sulla pelle degli immigrati, si erano intascate 1,3 milioni di euro. Altro che solidarietà. Complimenti alla Guardia di Finanza e alla magistratura per l'operazione. Tolleranza zero per i furbetti dell'accoglienza. Avanti così". Lo ha dichiarato dalla propria pagina Facebook il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che così è intervenuto sull'odierna operazione della Guardia di Finanza di Imperia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

kennedy99

Mer, 17/07/2019 - 18:26

li vedo sempre questi cari signori al supermercato dove fanno la spesa con carrelli strapieni e coi neri che spingono i carrelli. loro possono tanto paga tutto pantalone.

killkoms

Mer, 17/07/2019 - 22:31

i buonisti!

adal46

Mer, 17/07/2019 - 22:43

E dovremmo farci complici di un genocidio del genere? E' una vergogna, ma come tutte queste vergogne basta coprirle dando dei fascisti agli altri...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 17/07/2019 - 22:54

Ecco perchè tutta questa veemenza per far affluire più clandestini possibile.

DRAGONI

Mer, 17/07/2019 - 23:06

VERGOGNA!!

Marguerite

Mer, 17/07/2019 - 23:18

Qualcosa da dire contro Macron.....Imperia 50 km di Ventimiglia...

Celcap

Mer, 17/07/2019 - 23:44

Viva i fanatici dell’accoglienza a tutti i costi che fanno del bene al prossimo.

cgf

Gio, 18/07/2019 - 07:40

Fatemi capire... io per una prestazione/fornitura allo Stato devo produrre tutta una serie di documentazione ivi compresa, obbligatoria anche per un importo di 5 euro, una marca da bollo da 16. Queste 'coop' invece 'comunicano' e gli arrivano i soldi? Chi ha stipulato certi contratti, voglio dire erano al Governo, certamente NON poteva NON sapere, dicono che pensare male...

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 18/07/2019 - 07:44

Comunisti uguale ladri e malfattori,questo è solo un esempio.

ABBONDIO

Gio, 18/07/2019 - 07:52

e il pd appoggiava tutto questo. questi sono da indagare no i fondi russi che non esistono. Cominciate ad indagare sui politici di sinistra per queste cose ed altre. il pd è un' associazione a delinquere.

Ritratto di pedralb

pedralb

Gio, 18/07/2019 - 08:00

IL VERO SPIRITO CARITATEVOLE DEI SINISTRI. INVECE CHE DI INCENSO SA DI EURO … AHHHH

giovanni61

Gio, 18/07/2019 - 08:07

Silenzio di tomba dalla sinistra. Ma ci sono abituati tromboni per fatti non acclarati e silenzio per le malefatte accertate. Un grande esempio è la comandante tedesca del taxi marittimo accetta una onorificenza dai francesi che trattano i suoi "protetti" come bestie.

il sorpasso

Gio, 18/07/2019 - 08:13

Brava gente questi kompagni!

Marguerite

Gio, 18/07/2019 - 08:25

Qualcosa da dire, contro la Francia? Sapevate che l’Italia è il paese più corrotto di Europa, con l’Ungheria e la Bulgaria.... e più corrotto di tanti paesi nel mondo...tipo Africa e America del Sud? I meno corrotti Svezia, Danimarca, Finlandia. .....Per quelli (L’Italiano e la geografia....) che non lo sanno....Imperia è solo a 50 kilomètre della frontiera!!!!!!!!!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 18/07/2019 - 08:40

LA COOP SEI TU!! CHI PUO' DARCI DI PIU' ? AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/07/2019 - 09:23

@Marguerite - pulisciti la bocca. Guarda la tua Svizzera, che con i lricixclaggi od idenaro sporco e falso paradiso fiscale, sottrae molti denari a tantissimi paesi. Nulla da dire? Da 100 anni che fate strozzinaggi oe venite a fare la morale agli altri? Sol ouna comunsita può parlare, male, come te.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/07/2019 - 09:24

I fanatici dell'accoglienza. Chiaro no?

frapito

Gio, 18/07/2019 - 09:45

Soldi Soldi Soldi Soldi Soldi Soldi Soldi Soldi. Tutta BONTA' e UMANITA'!!! Scommetto che erano sempre in prima fila nei cortei dove urlavano "DOBBIAMO ACCOGLIERLI TUTTI". Per Forza! Con tutti questi soldi!!! La Carola doveva per necessità diventare una eroina, ne vuole 500.000 !!! Capito cosa è la "filiera della accoglienza"?

Rixga

Gio, 18/07/2019 - 10:06

@Marguerite trovo esagerata la sua affermazione, poiché la corruzione in Italia prima o poi viene sempre a galla e se ne paga il fio. Questo è uno dei nostri pregi, c'è sempre qualcuno che parla e la svela. Abbiamo la gogna mediatica supportata da ogni tipo di mezzo di informazione e a volte anche i nostri investigatori funzionano in modo eccellente. Negli stati "meno corrotti" invece ho l'impressione che i metodi siano insabbiare e/o i lavarsi i panni sporchi in famiglia, cosa che, in entrambi i casi, li fa sembrare meno corrotti. Basta vedere la Francia come tratta gli immigrati e poi si permette di fare la morale all'Italia. Ma gli esseri umani sono tutti uguali e, non solo in Italia, sono rarissimi quelli che sono incorruttibili o non sono ricattabili. C'è chi desidera il vil denaro, chi una poltrona, chi una bella donna/uomo, chi un lavoro ben retribuito e poco impegnativo, chi il potere, chi la fama, chi una bella macchina, chi un viaggio in un posto paradisiaco... La corruzione è la scorciatoia dell'ambizione umana e pertanto molto spesso auto giustificata.

frapito

Gio, 18/07/2019 - 10:11

Secondo me questi sono stati dei poveri "sfortunati" che sono incappati nella rete della GdF. Chissà quanti sono i "fortunati" continuano a fare il loro "lavoro umanitario"?

Epietro

Gio, 18/07/2019 - 11:37

@Marguerite: questa qui ha il dente avvelenato contro l'Italia e gli italiani. Ma dicci una buona volta cosa ti abbiamo fatto, che forse possiamo capirti meglio. Altrimenti vai a scrivere su un altro giornale magari quel paese assieme ai tuoi cari francesi.

greg

Gio, 18/07/2019 - 15:48

Praticamente se la GDF indagasse tutte le coop di gestione migranti, troverebbe il 70% che gestisce, o ha gestito migranti, che hanno truffato

greg

Gio, 18/07/2019 - 15:55

LEONIDA55 - il tuo é il commento tipico del comunista che da del compagno agli altri per pararsi il posteriore. Sei falso come una moneta da 3 euro