Mika ricorda Cranio Randagio: "Una vita finita troppo presto"

Il cantante di 22 anni è morto a Roma dopo una serata trascorsa a una festa con una dozzina di amici

Mika ricorda Cranio Randagio: "Una vita finita troppo presto"

"Quando incontri qualcuno tanto giovane, non immagini che la sua vita possa finire così presto. Il mio pensiero va alla madre e alla famiglia di Vittorio Cranio Randagio. Ricorderemo la sua grande voglia fare musica e condividere quello che sentiva". Così su twitter la popstar Mika ricorda Vittorio Bos Andrei, il rapper 22enne noto come Cranio Randagio.

Il cantante è morto a Roma dopo una festa a casa di amici. Tra i protagonisti della scorsa edizione di X Factor, lanciato proprio da Mika, il ragazzo è stato trovato senza vita in un appartamento in via Anneo Lucano, zona Balduina.

A chiamare l'ambulanza alcuni amici del giovane, preoccupati per il fatto che Cranio non si era più risvegliato dopo la notte di festa. Giunti sul posto, però, i soccoritori del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso del 22enne e avvertire la polizia.

Solo l'autopsia potrà fare luce sulle cause della morte del giovane rapper. Tra le ipotesi quella di un mix di alcol e droga, consumato nel corso della festa, ma non si esclude anche la pista di un malore.

Commenti