Milan, "Repubblica" attacca: Fininvest annuncia querela

Il quotidiano di Ezio Mauro: "La Procura indaga sulla compravendita con Mr Bee". Secca smentita della Fininvest: "Notizia infondata, quereleremo"

Milan, "Repubblica" attacca: Fininvest annuncia querela

Ha fatto discutere un'inchiesta pubblicata questa mattina su Repubblica, a firma di Marco Mensurati e Emilio Randacio, secondo cui la procura di Milano starebbe indagando su presunte malversazioni verificatesi nel corso dell'assegnazione dei diritti tv e della compravendita delle quote del Milan.

Nell'articolo pubblicato oggi in prima pagina, il quotidiano di Ezio Mauro ipotizza un caso di presunti costi gonfiati nella cessione dei diritti del pallone per il triennio 2015-2018. Ipotesi - soprattutto quelle relative alla compravendita del Milan - seccamente smentite da Fininvest. Che, in mattinata, contrattacca con una nota in cui parla di "comportamento inqualificabile" da parte di Repubblica e annuncia che il quotidiano romano sarà chiamato a rispondere delle proprie azioni davanti all'autorità giudiziaria.

"Non basta - sottolinea Fininvest- definire cattivo giornalismo l'incredibile operazione che Repubblica compie stamane. Annuncia con grande clamore in prima pagina l'apertura di una inchiesta della Procura di Milano, oltre che sui diritti tv, sulla 'vendita del Milan"'. "Ma -aggiunge- nelle due paginate che dedica all'argomento, sulla questione Milan compaiono solo poche righe di elucubrazioni, insinuazioni, ipotesi confuse, e l'ammissione che lo stesso quotidiano non sa assolutamente che cosa c'entrino le discussioni per la cessione di una minoranza della società calcistica con una presunta indagine sui diritti".

"La Fininvest -continua la nota- nulla sa di inchieste della Procura sulla vicenda Milan ed esclude che tali inchieste possano esistere. Ribadisce la cristallina correttezza dei propri comportamenti. Ma denuncia con vigore un modo di fare disinformazione che ha superato ormai ogni limite. È qualcosa di molto più grave del "cattivo giornalismo", è un comportamento inqualificabile, in grado di creare danni irreparabili."

Intorno all'ora di pranzo le agenzie hanno battuto anche una dichiarazione dell'avvocato Niccolò Ghedini, storico legale di Silvio Berlusconi: "L'articolo apparso quest'oggi su 'La Repubblicà riguardante il Milan sarebbe da considerarsi risibile se non fosse un evidente tentativo di incidere negativamente in ordine agli assetti societari del Milan stesso. Ipotizzare che vi sia un'indagine della Procura di Milano, che certamente non può esservi, per una compravendita tra società private che non è ancora avvenuta, è tanto assurdo quanto gravemente diffamatorio - spiega in una nota Ghedini - Parimenti priva di ogni fondamento appare anche la correlata notizia di un'indagine sui diritti tv riguardanti il calcio in generale che, se sussistente, certamente non coinvolge il Milan nè altra società del gruppo."

Commenti