Minacce al centro commerciale: "Adesso vi ammazzo tutti"

Un uomo con un martello, ubriaco, è stato fermato dai poliziotti di Gallarate: per lui sono scattate la denuncia per minaccia aggravata e per porto di oggetti atti ad offendere e la contestazione per guida sotto l’influenza dell’alcool da parte della Polizia locale

Armato di martello ha lanciato minacce nel centro commerciale “Il Fare” di Gallarate (Varese). L’uomo, un trentasettenne della vicina Fagnano Olona, era palesemente ubriaco e desideroso di ficcarsi nei guai.

Erano da poco passate le 22 di lunedì quando una volante del locale commissariato di Polizia di Stato, transitando nei pressi dello stabile, ha notato una Fiat Idea compiere una manovra sospetta, una retromarcia seguita da una repentina ripartenza.

Gli agenti hanno fermato l’auto per un controllo: e proprio in quel momento sono stati raggiunti da due fratelli di 19 e 21 anni. I giovani hanno riferito di aver appena ricevuto minacce, insieme al custode de “Il Fare”, da un soggetto armato di martello. Teatro dei fatti il parcheggio del centro commerciale.

Il custode aveva appena iniziato il suo giro di controllo quando un uomo, in evidente stato di ebbrezza, gli è andato incontro dicendo di essere ubriaco e di aver voglia di fare a botte, mostrando un martello tenuto nella cintola dei pantaloni, sotto la maglietta.

Per fortuna i due fratelli che passavano per caso sono intervenuti a difesa del malcapitato. A quel punto, vistosi in minoranza, il trentasettenne ha preferito ritirarsi, non senza minacciare il terzetto: “Vi ammazzo tutti, vi tiro sotto con la macchina”.

Ma sono arrivati i poliziotti. Gli agenti hanno perquisito sia l’uomo sia la sua autovettura dove, nel baule, hanno rinvenuto il martello, che è stato sequestrato. Con l’ausilio di una pattuglia della Polizia locale di Gallarate è stato accertato lo stato di ebbrezza del fagnanese ed un tasso alcolemico di due volte superiore al consentito.

Il trentasettenne è stato quindi portato in commissariato: l’uomo ha ottenuto una denuncia per minaccia aggravata e per porto di oggetti atti ad offendere e la contestazione per guida sotto l’influenza dell’alcool da parte della Polizia locale.

Il fagnanese è tornato a casa a piedi essendo la sua macchina rimasta in custodia al commissariato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.