Il modello si rivolge alle famiglie. Interno spazioso

GironaDopo aver creato e contribuito in maniera decisiva allo sviluppo della categoria dei crossover con Qashqai e Juke, Nissan torna al classico, alle berline medie a due volumi di classe Golf con la nuova Pulsar, puntando, per distinguersi dalle tante aggressive concorrenti, sullo stile inaugurato dalle due crossover. Design europeo, prodotta nello stabilimento spagnolo di Zona Franca, vicino a Barcellona, Pulsar è una berlina a cinque porte (4,39 metri di lunghezza, 1,77 di larghezza e 1,52 di altezza) con il passo più lungo della categoria - 2,70 metri - che ha permesso di realizzare un abitacolo molto spazioso, adatto a quelle famiglie che sono il target principale della vettura e che dovrebbero apprezzare la sua carica innovativa (l'«innovation that excites», il claim del brand giapponese) abbinata a qualità e affidabilità, in linea con i valori della Casa di Yokohama.

L'appartenenza alla famiglia Nissan risalta nel frontale con la classica «V» ben raccordato a passaruote muscolosi che trasmettono una sensazione di solidità. Già nel design, dunque, Pulsar si presenta con le carte in regola per andare alla conquista di una fetta (l'8% già nel primo anno di commercializzazione) di un segmento che dopo anni di contrazione dovrebbe ricominciare a crescere. Attualmente la gamma offre la scelta tra due motori: un benzina 1.2 Dig-T da 116 cv e un turbodiesel 1.5 dCi da 110 cv, entrambi dotati di Stop&Start e accreditati di consumi molto contenuti (5,0 litri/100 km il primo, 3,6 il secondo con emissioni di 94 g/km di CO2). A entrambi i propulsori è abbinato di serie il cambio manuale a sei marce, optional l'automatico Cvt. Safety Shield (l'insieme dei sistemi di assistenza alla guida) e Nissan Connect sono oggi i cavalli di battaglia delle auto della marca e li ritroviamo anche su Pulsar, optional sul livello di allestimento intermedio Acenta e di serie sulla più dotata versione Tekna.

Tutte le Pulsar, comunque, a partire dall'entry level Visia, montano di serie climatizzatore, display da 5” integrato nel quadro strumenti, cruise control e monitoraggio della pressione dei pneumatici. Alla guida delle nuove Pulsar si apprezza subito la visibilità e subito dopo la silenziosità dei due motori mentre è il dCi, con l'ottima coppia, a divertire di più. Abbondante è lo spazio per chi siede dietro, in linea con la vocazione familiare dell'auto. I prezzi di Pulsar vanno da 17.900 (Visia 1.2 Dig-T) ai 24.350 euro della 1.5 dCi Tekna, un allestimento che ha un solo optional: la selleria di pelle.

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.