Muore dopo l'intervento per dimagrire in clinica

Tragedia nel salernitano, un 40enne ha perso la vita dopo aver subito un intervento chirurgico di riduzione dello stomaco. C'è l'inchiesta

Muore dopo l'intervento per dimagrire in clinica

Perde la vita dopo essersi sottoposto a un’operazione per dimagrire. Un 40enne salernitano è morto in clinica dopo l’intervento che avrebbe dovuto aiutarlo a sconfiggere il problema dell’obesità. E adesso è stata aperta un’inchiesta per verificare l’esatta dinamica dei fatti che hanno portato al decesso dell’uomo.

L’uomo, M. A., 40 anni, titolare di un bar e protagonista di numerose iniziative di promozione sociale e culturale nella sua città di Capaccio Paestum, aveva scelto di sottoporsi a un intervento per la riduzione dello stomaco. Questa stessa decisione l'aveva presa insieme al fratello, anche lui affetto dai problemi dell’obesità e desideroso di dimagrire per regalarsi così una vita nuova. L’operazione era stata portata a termine in una clinica di Vallo della Lucania, il 3 novembre scorso. Nel decorso post-operatorio, però, sono sorte delle complicazioni che sono costate la vita al paziente. Il decesso è avvenuto tredici giorni dopo l’intervento. Come riporta Il Mattino, il calvario del 40enne sarebbe cominciato già due giorni dopo l’operazione quando i sanitari furono costretti a portarlo in rianimazione a casa di violenti attacchi di febbre, bruciore di stomaco e problemi respiratori. E proprio un collasso respiratorio, qualche giorno dopo, ne stroncherà l’esistenza.

Adesso è stata aperta un’inchiesta della magistratura per valutare quali siano state le cause che hanno portato alle complicazioni prima e alla morte del 40enne poi. Gli inquirenti sperano di ottenere elementi utili a ricostruire la verità sulla dinamica della tragedia dagli esami necroscopici. Un primo esame esterno è stato già compiuto ora si attende l’autopsia.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento