Muore a un rave party schiacciato da un'auto: nessuno se ne accorge

Diego Luchetti dormiva su un prato è stato schiacciato da un'auto che stava parcheggiando. Per oltre due ore nessuno se ne è accorto

Muore a un rave party schiacciato da un'auto: nessuno se ne accorge

Morire a un rave party. Durante una festa clandestina in una ex cava in località Serripola di San Severino Marche (Macerata), un diciottenne è stato schiacciato da un'auto mentre era disteso su un prato.

Forse si era solo addormentato o forse aveva perso i sensi. E nel buio è stato schiacciato da una Opel Corsa che stava fcendo manovra per parcheggiare sul prato. Per Diego Luchetti, studente di Loro Piceno, diciott'anni compiuti lo scorso 30 agosto, non c’è stato nulla da fare. Per un paio di ore nessuno si è accorto della tragedia, probabilmente a causa della confusione generale. Solo quando il conducente C. M, ventenne di Montelupone, è andato a riprendere la macchina intorno alle 5:30, ha visto il corpo che spuntava da sotto le ruote. Gli amici di Diego hanno fatto un tentativo disperato di salvarlo: lo hanno caricato su un’auto e hanno cercato di trasportarlo all’ospedale di San Severino Marche, ma dopo qualche chilometro, a Gagliole, hanno capito che il ragazzo era già morto. Poco prima delle 7 hanno chiamato il 118 i cui operatori hanno allertato i carabinieri.

Al loro arrivo i militari hanno trovato una cinquantina di giovani, tutti in stato di scarsa lucidità, ma probabilmente altrettanti si erano allontanati in tutta fretta quando si è sparsa la notizia di quello che era successo. "La solita scena che si vede dopo un rave party", ha commentato un investigatore. I ragazzi presenti sono stati identificati. Sul corpo di Diego il magistrato ha disposto l’autopsia, che dovrebbe essere effettuata quanto prima. È stata prevista anche una serie di accertamenti tossicologici, che interesseranno anche il conducente della Opel. A suo carico è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo. Procedono i carabinieri di Camerino e quelli di Tolentino, che vogliono identificare anche gli organizzatori del rave party e accertare se durante la festa sono state cedute e assunte sostanze stupefacenti. Diego Luchetti era ben conosciuto e ben voluto nel piccolo centro di Loro Piceno: attaccante per la squadra di calcio locale, stava per cominciare l’ultimo anno delle superiori all’Itas Ricci di Macerata.