Recupera tra i rifiuti un "Gratta e Vinci" da 100mila euro

La storia di un ex pescatore ludopatico e senza lavoro

Recupera tra i rifiuti un "Gratta e Vinci" da 100mila euro

È stato letteralmente baciato dalla fortuna. A Mola di Bari, un Comune del Barese, un ex pescatore sulla cinquantina d'anni, con la passione per il gioco e l'abitudine di cercare i tagliandi del Gratta e Vinci lasciati dagli altri sui tavoli dei bar o nei cestini della carta, ha trovato il biglietto vincente tanto atteso.

L'uomo, secondo quanto racconta il quotidiano regionale "la Gazzetta del Mezzogiorno" che ne dà notizia, ha raccolto in un cestino della stazione di servizio di via Bari a Mola, un biglietto della Lotteria istantanea e, quando ha controllato i numeri vincenti, si è reso conto che c'era una vincita importante. Ben 100mila euro il premio in palio su un biglietto che uno sbadato giocatore non aveva grattato bene e aveva buttato via. L'uomo da tempo era senza lavoro e la dea bendata ha deciso di baciarlo. Insomma, 100mila euro era proprio quello che ci voleva per un uomo senza lavoro.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti