Cronache

New York, giudice a un trentenne "Te ne devi andare da casa"

I genitori hanno fatto causa al figlio per renderlo autonomo in un'altra casa

New York, giudice a un trentenne "Te ne devi andare da casa"

Cosa fare se il proprio figlio non va via di casa a trent'anni? Nel 2007 l'allora ministro Padoa Schioppa lo annunciò seppur con estrema brutalità e molta ironia, suscitando una polemica infinita: "Mandiamo i bamboccioni fuori di casa".

Senza troppa ironia, Donald Greenwood, giudice della Corte suprema dello stato di New York, ha accolto la richiesta dei due genitori Mark e Christina Rotondo e ha ordinato al figlio trentenne Michael di lasciare la casa della famiglia a Camillus (un Comune dello stato di New York). Michael aveva ignorato cinque provvedimenti in questo senso emessi fra il febbraio e l'aprile di quest'anno. Dopo aver discusso per mezz'ora con il giovane Rotondo, che chiedeva di restare altri sei mesi in casa, il giudice Greenwood gli ha ordinato di lasciare l'abitazione. Dopo aver anticipato la sua intenzione di ricorrere, Michael ha fatto ritorno alla casa dei genitori. Pur prendendolo con le buone i genitori non erano riusciti a mandar via di casa il figlio e, quindi, dopo cinque lettere di sfratto, sono dovuti passare alle maniere forti. Talmente forti da rivolgersi al tribunale.

Commenti