Offre salsiccia e liquore ai carabinieri per sottrarsi alla multa: bulgaro in arresto

L'uomo, un 47enne senza fissa dimora, ha pensato di corrompere i militari, nelle mani di uno di loro ha messo anche una banconota da 50 euro, portato in caserma è stato arrestato per istigazione alla corruzione

Offre salsiccia e liquore ai carabinieri per sottrarsi alla multa: bulgaro in arresto

Il suo modo di guidare non è passato indifferente ai carabinieri i quali hanno intuito che qualcosa non andasse per come doveva. Gli hanno quindi imposto l’alt e lui, per sottrarsi dal pagamento della contravvenzione, visti alcuni problemi riscontrati, ha cercato di corromperli offrendo soldi, cibo e liquori. Arrestato. Il fatto è accaduto a Cerignola, nella provincia di Foggia. Un uomo di nazionalità bulgara, 47enne, dovrà adesso rispondere di istigazione alla corruzione. Il reato si è consumato in prossimità del fine settimana appena trascorso.

I carabinieri del comando provinciale stavano eseguendo un’attività di verifica del territorio diretta ad accertare le infrazioni al codice della strada. Tra le varie macchine fermate al posto di controllo, vi è stata anche quella del bulgaro. L’uomo è stato notato in quanto conduceva il mezzo con un’andatura piuttosto veloce. L’atteggiamento era quello tipico di chi volesse passare inosservato dai militari ottenendo invece, l’effetto completamente opposto. Gli uomini in divisa infatti, insospettiti da questo modo di fare gli hanno intimato l’alt.

Il 47enne, che viaggiava da solo, si è fatto trovare senza la cintura di sicurezza e con alcuni problemi relativi al funzionamento del mezzo. La sua auto presentava diverse inefficienze che la rendevano potenzialmente pericolosa per la circolazione in strada. Per lui sono scattate quindi due sanzioni amministrative per violazione del codice della strada. Un importo totale di 180 euro l’entità della multa. Qui la sorpresa: mentre uno dei carabinieri stava redigendo il verbale a bordo della gazzella, il bulgaro ha preso la mano dell’altro militare rimasto con lui, mettendogli tra le mani una banconota da 50 euro. Obiettivo? Chiedergli di non far redigere la contravvenzione a suo carico.

Il 47enne avrà pensato a suo modo che quelle cinquanta euro non fossero sufficienti a convincere l’uomo dell’Arma cui si era rivolto. Quindi, per essere più convincente, allo scopo di far chiudere un occhio è sceso dalla macchina dirigendosi verso il portabagagli. Ha preso una busta contenente due pezzi di salsiccia secca e tre bottiglie di liquore di produzione bulgara. Li ha offerti ai militari chiedendo contestualmente di evitare l’applicazione della sanzione. I due colleghi, rimasti sorpresi dal gesto, non hanno potuto far altro che accompagnare l’uomo nella caserma della locale compagnia carabinieri. Il 47enne è stato quindi tratto in arresto per il reato di istigazione alla corruzione. Dopo le formalità di rito, per il bulgaro che non ha dimora fissa, si sono aperte le porte del carcere di Foggia.