Ora Ratzinger riscende in campo in difesa dei principi ortodossi

Joseph Ratzinger opera un'altra mossa. Il papa emerito coadiuva la nascita di una fondazione. Ma i progressisti insorgono

Joseph Ratzinger ha fatto un'altra mossa. Il papa emerito continua a tenere fede al suo silenzio, ma quanto annunciato poche ore fa in Germania merita di essere raccontato.

Benedetto XVI ha coadiuvato e sostenuto la nascita della "Fondazione Die Tagespost per il giornalismo cattolico". Una iniziativa che intende tutelare quel giornalismo in grado di difendere i cosiddetti "valori non negoziabili". Una scelta nata in contemporeanea con l'inizio del "concilio interno" della Conferenza episcopale tedesca. E le tempistiche, in relazione a questa storia, hanno la loro importanza. Le spinte progressiste di una parte del clero teutonico sono evidenti, mentre l'iniziativa del teologo bavarese è tutta centrata sulla difesa del cattolicesimo conservatore. Alcuni vescovi tedeschi stanno cercando una definitiva svolta dottrinale. Dallo sdoganamento dell'adulterio alla nuova definizione catechetica della omosessualità: la rivoluzione sembra vicina. Ma Benedetto XVI, forse, vuole porre un freno.

Il "Sinodo interno" del cardinale Reinhard Marx è visto come fumo negli occhi dal "fronte tradizionale". L'appuntamento "sinodale" durerà un biennio. Lo scontro non è così evidente, almeno non dal punto di vista pubblico, ma le tendenze teologiche in campo differiscono con tutta evidenza. Il Vaticano, dal canto suo, ha anche fatto notare come l'equivalente teutonico della Cei non possa prendere decisioni "vincolanti". Roma rimane l'unica depositaria della dottrina ufficiale. Dalla Germania, però, provengono comunque considerazioni come questa: "La preferenza sessuale dell' essere umano si sviluppa durante la pubertà ed assume una direzione etero o omossesuale. Entrambe le direzioni appartengono alle forme normali delle predisposizioni sessuali". Si può parlare di una vera e proprio fuga in avanti. Benedetto XVI potrebbe aver letto la situazione in maniera non positiva. Dunque il papa emerito potrebbe aver deciso di lanciare un segnale. Ma siamo nel campo delle ipotesi.

Di sicuro c'è come il Die Tagespost sia considerata una voce tanto autorevole quanto conservatrice nel panorama continentale. Le interpretazioni di queste ore si basano anche su questo assunto. Ma quali sono le principali battaglie portate avanti dal "fronte progressista" capeggiato dal cardinale Marx? In questi ultimi anni, sono state ventilate alcune eventualità. Dalla "benedizione per le coppie omosessuali", alla "intercomunione" valida per cattolici e protestanti, passando dalla "laicizzazione della gestione ecclesiastica" alla messa in discussione dell'obbligo di celibato per i consacrati della Chiesa cattolica. I più oltranzisti pensano che il disegno di Marx sia quello di assecondare il pensiero di Karl Rahner, quello della "nuova Chiesa". Alcuni, in modo più semplice, attribuiscono il tutto pure alla "confusione dottrinale" sorta con il pontificato di Bergoglio.

Quella di Joseph Ratzinger può essere un gesto indipendente da qualunque retropensiero oppure un movimento strategico volto all'edificazione di un muro teorico. Si può solo provare a dedurre quale sia la finalità dell'azione in questione. Se non altro perché non sono state rilasciate dichiarazioni ufficiali. Vale la pena rimarcare, poi, come quanto predisposto da Benedetto XVI, come avviene di consueto da qualche anno a questa parte, non abbia trovato il placet di alcuni. Stando a quanto si legge su Settimana News, per esempio, è lecito parlare di perplessità sollevate dall'Associazione dei pubblicisti cattolici tedeschi. Ratzinger avrebbe intenzione di oltrepassare le intenzioni dell'episcopato di quella nazione. Le critiche non stupiscono: il papa emerito continua a rappresentare una barriera nei confronti di quello che i tradizionalisti usano chiamare "modernismo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

newman

Ven, 20/12/2019 - 12:59

Non si tratta di progressismo o tradizionalismo: questa é la spiegazione facile, semplicistica, accessibile a tutti. Si tratta ormai di opposizione tra ortodossia cattolica ed eterodossia protestante. Tutte le cosidette "riforme" reclamate dalla fetta liberal-progressista dei cattolici tedeschi, come l'eliminazione del celibato sacerdotale e la redifinizione del sacerdozio, l'accettazione dell'omosessualitá vissuta e del divorzio, la benedizione (!) di matrimoni unisex, etc. sono da decenni elementi del protestantesimo, che in Germania si trova in una crisi ancor peggiore di quella cattolica. Che dall'unione di due ciechi - cattolici e luterani tedeschi - possa risultare un vedente: questa é l'illusione dei liberal-progressisti tedeschi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 20/12/2019 - 13:47

Bergoglio è indifendibile.

Ritratto di Walhall

Walhall

Ven, 20/12/2019 - 14:27

@newman: condivido al 100% il suo pensiero. Da tedesco di famiglia protestante da parte paterna, nonostante le aperture liberali del clero luterano in Germania, non c'è alcun riscontro oggettivo sull'aumento dei fedeli, anzi il calo drammatico continua. Questa contrazione è comunemente giustificata dalla mancanza di esempi concreti di fede da parte dei religiosi. Un tempo c'erano predicatori che passavano il loro tempo in chiesa, disponibili a ogni ora, oggi sono sempre assenti e il tempo lo passano davanti il web tra i socials network o a fare propaganda politica. Da quel che vedo e leggo ad esempio nel Bayern, i preti cattolici non sono secondi a quelli protestanti per vizi, mancanza di virtù e rettitudine al proprio ministero. Più

DRAGONI

Ven, 20/12/2019 - 14:39

FORZA SANTITA' SCONGIURI LA DERIVA ISLAMICA DELL'ITALIA VOLUTA DAL GESUITA.

zen39

Ven, 20/12/2019 - 15:11

I continui attacchi anticattolici dell'Europa uniti al libertinismo spirituale e materiale ad oltranza non poteva che sboccare nella deriva religiosa odierna. Più ci si allontana dalla centralità spirituale più si entra nel caos. Si rischia il paganesimo delle sette e la disgregazione del cattolicesimo visto sino a qualche decennio fa un pericolo per il comunismo e islamismo. L'occidente ha tradito la sua centralità religiosa e ne sta pagando le conseguenze. Il risveglio all'autentica e originaria spiritualità del Vangelo sarà l'unica nostra salvezza.

aswini

Ven, 20/12/2019 - 15:13

l'unico Papa, l'imam bianco è abusivo

PaoloPan

Ven, 20/12/2019 - 17:39

Gesù Cristo può avere un solo vicario in Terra ... il secondo non lo è.

ilrompiballe

Ven, 20/12/2019 - 18:26

Il Cristianesimo odierno, Cattolico o Protestante che sia, si trova nella stessa condizione in cui si trovavano a predicare gli Apostoli di Gesù. Un mondo dedito all'accumulo di beni terreni (la bella casa, la bella macchina, le esigenze corporali , lo shopping a oltranza ecc.): cambia la forma, non la sostanza. Essere cristiano impone sacrificio. Gesù chiede di abbandonare la ricchezza e di seguirlo. Ma non si tratta solo di denaro. Ecco perché le chiese si vuotano e si riempiono i supermercati. Nell'intento di mantenere il numero dei fedeli, le Chiese Cattolica e Protestante cercano di rendere appetibile la religione "depenalizzando" e riducendo i sacrifici richiesti, in pratica seguendo il mondo. Qui sta l'errore più grave. Perché Cristo ci chiede esattamente il contrario: di abbandonare il mondo, se lo vogliamo seguire.

giovanni235

Ven, 20/12/2019 - 18:32

Papa Ratzinger,prova a dire all'usurpatore Francesco di pensare un po' anche ai suoi preti porci:2019 (e non è finito) più di mille casi di pedofilia!!!!!!!!!!

Popi46

Ven, 20/12/2019 - 19:06

Siamo mortali. Tutti. Ma amiamo la vita. Quasi tutti. Il “dopo” è razionalmente una speranza. Nella nostra vita fisica una promessa di vita eterna. Beh,sarebbe bello

newman

Ven, 20/12/2019 - 19:11

@ Walhall Ringrazio per il commento e aggiungo che se un sacerdote cattolico in Germania, paese a me caro dove vivo da piú di trent'anni, avesse e mostrasse in pubblico le virtú da Lei menzionate, vivrebbe nella chiesa cattolica tedesca e non solo lá da emarginato e sarebbe oggetto di persecuzione e di ludibrio da parte di sacerdoti, vescovi, e cattolici liberal-progressisti."Questa é la vostra ora, é l'impero delle tenebre" (Lc 22,53).

aldoroma

Ven, 20/12/2019 - 19:25

Ma i CRISTIANI?????

Ritratto di IlMerovingio

IlMerovingio

Ven, 20/12/2019 - 19:36

Rivogliamo Ratzinger,Bergoglio se ne torni in Argentina a fare danni.

manson

Ven, 20/12/2019 - 20:06

Questo è il vero Papà! Si riprenda il Vaticano e cacci l’apostata che bacia i piedi e i deretani dei maomettani!

stefano751

Ven, 20/12/2019 - 20:15

La falsa chiesa tedesca vuole protestantizzare la vera Chiesa cattolica. Papa Benedetto ha l'obbligo di difendere la vera Chiesa, anche perchè rimane lui il Papa titolare, infatti Bergoglio afferma sempre di essere solo il vescovo di Roma, cioè un supplente ma non papa.

stefano751

Ven, 20/12/2019 - 20:21

I media schiavi del potere usano il linguaggio politico-slogan per contrastare l'ortodossia cattolica come superata. Parlano dei veri cattolico definendoli conservatori, mentre i falsi cattolici si definiscono progressisti, modernisti, antifascisti, comunisti... In poche parole sono anticristi.

stefano751

Ven, 20/12/2019 - 20:25

I protestanti sono stati scomunicati insieme a Lutero.

Divoll

Ven, 20/12/2019 - 21:04

Anche se e' tedesco, lo considero l'unico vero Papa. E lo dico da non credente.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 20/12/2019 - 21:07

"caput nigrum"... (Malachia) si puo' legggere almeno in due modi: letteralmente, e, guadra caso salta fuori l'emblema di BXVI, o metaforicamente, ed in questo caso esce "papa nero" (Generale dei Gesuiti) Bergoglio. Che, in una visione profetica, San Malachia li abbia considerati un'unica persona, essendo entrambi viventi, ci potrebbe stare... Resta da interrogarsi sull'identita' di "Pietro Romano", ULTIMO PAPA, che data la situazione, dovrebbe essere anche lui in vita...

timoty martin

Ven, 20/12/2019 - 21:27

Bentornata Papa Ratzinger, potesse riprendere il suo posto.....

Ritratto di cicopico

cicopico

Sab, 21/12/2019 - 02:56

salvateci da bergoglio....sta distruggendo la chiesa.

orlac

Sab, 21/12/2019 - 16:16

La chiesa deve rinnovarsi è indietro di 200 anni diceva il cardinale Martini, frase ripresa da papa Francesco oggi. Cosa intendere per rinnovamento non è facile, e soprattutto non è detto che riporti la gente in chiesa. Penso che il motivo fondamentale per cui in questo momento abbiamo due papi, sia proprio la difficoltà a gestire il cambiamento sic et sempliciter .