Papa Francesco a Pietrelcina e San Giovanni Rotondo

Papa Francesco a Pietrelcina e San Giovann Rotondo, le terre di padre Pio. Un pensiero ai giovani ("meritano il Nobel") e ai giovani ("pregate perché trovino lavoro qui")

Da sito dell'Osservatore romano
Da sito dell'Osservatore romano

Papa Francesco in visita a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per celebrerare il centenario delle stimmate di Padre Pio. "Questo umile frate cappuccino - dice Bergoglio - ha stupito il mondo con la sua vita tutta dedita alla preghiera e all'ascolto paziente dei fratelli, sulle cui sofferenze riversava come balsamo la carità di Cristo. Imitando il suo eroico esempio e le sue virtù, possiate diventare voi pure strumenti dell'amore di Gesù verso i più deboli". Così

Nel parlare davanti ai fedeli di Pietrelcina il pontefice sottolinea la cura indispensabile che la comunità deve avere per gli anziani: "Meriterebbero un premio Nobel perché danno memoria alla comunità. Non manchi un'attenzione sollecita e carica di tenerezza agli anziani, patrimonio incomparabile delle nostre comunità".

"Un Paese che litiga tutti in giorni - ammonisce il santo padre - spaventa la gente, è un Paese malato e triste. Un Paese dove tutti si vogliono più o meno bene e non si augurano del
male, cresce, si allarga e diventa forte. Per favore, non spendete tempo a litigare tra voi. Questo non fa crescere, non fa camminare. Pensiamo ad un bambino che piange
piange e non vuole muoversi dalla sua culla, quando la mamma lo porta sul pavimento perché comincia a gattonare rimane sempre lì e piange. Vi chiedo: quel bimbo sarà capace di camminare? No, se un paese litiga, litiga, non sarà capace di crescere perché tutte le forze litigano. Per favore, pace tra voi, comunione tra voi e se a qualcuno di voi viene voglia di chiacchierare di un altro, si morda la lingua: farà bene all'anima e anche al paese".

Papa Francesco si sofferma anche sui giovani, costretti ad abbandonare la loro terra perché non trovano lavoro: "Auspico che questo territorio possa trarre nuova linfa dagli insegnamenti di vita di Padre Pio in un momento non facile come quello presente, mentre la popolazione decresce progressivamente e invecchia perché molti giovani sono costretti a recarsi altrove per cercare lavoro. La migrazione interna dei giovani è un problema, pregate perché i giovani trovino lavoro qui tra voi e non siano costretti ad andarsene altrove".

A San Giovanni Rotondo il Papa a venerato il corpo di Padre Pio nel santuario di Santa Maria delle Grazie, appoggiando la stola da confessore sulla teca del santo. Il pontefice ha quindi baciato il crocifisso ligneo davanti al quale Padre Pio ricevette le stimmate permanenti il 20 settembre di cento anni fa. Una preghiera che il Papa ha fatto insieme ai frati cappuccini.

"Con più crudeltà che a Sparta oggi si scartano i bambini e gli anziani", ma "chi si prende cura dei piccoli sta dalla parte di Dio e vince la cultura dello scarto". Il Papa ha pronunciato queste parole con tono commosso, dopo 40 minuti trascorsi con i bambini del reparto di Oncologia pediatrica dell’ospedale fondato da Padre Pio, la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Il Papa ha lanciato così un’invettiva contro chi "al contrario, predilige i potenti e reputa inutili i poveri. Chi preferisce i piccoli proclama una profezia di vita contro i profeti di morte di ogni tempo, anche di oggi che scartano la gente: i bambini e gli anziani".

Commenti