Parma, fermato per un controllo, nigeriano aggredisce i carabinieri

Tensioni durante la serata di ieri a Parma, quando una pattuglia del nucleo operativo radiomobile ha deciso di fermare un nigeriano già noto alle autorità per altri precedenti di polizia. Deciso ad evitare le verifiche, lo straniero ha tentato la fuga, poi si è rivoltato contro i militari

Arriva da Parma la notizia dell'ennesimo episodio di aggressione commesso da un cittadino straniero nei confronti dei rappresentanti delle forze dell'ordine durante l'adempimento delle loro funzioni. Stavolta a finire dietro le sbarre è un nigeriano di 24 anni, fermato per strada durante la serata di ieri per un semplice controllo.

I fatti, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si sono verificati mercoledì 4 marzo in pieno centro cittadino. I carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Parma si trovavano impegnati in una regolare operazione di pattugliamento del territorio, quando hanno notato un ragazzo di colore che transitava in zona Borgo Naviglio. Dal momento che il giovane era un soggetto già noto alle autorità locali a causa dei suoi numerosi precedenti di polizia, i militari, insospettiti dal suo atteggiamento, hanno deciso di effettuare un controllo a scopo precauzionale e si si sono avvicinati all'extracomunitario.

Alla vista degli uomini in divisa, tuttavia, il 24enne africano ha subito mostrato nervosismo, e si è fermamente rifiutato di collaborare. Alla domanda dei carabinieri di mostrare loro i propri documenti e vuotare le tasche per mostrare che cosa avesse con sé, il giovane originario della Nigeria ha risposto con un netto diniego, cercando in ogni modo di evitare le verifiche nei suoi confronti.

Inutili i tentati dei militari dell'Arma di far ragionare l'africano e di convincerlo a fare quanto richiesto. Compreso di essere ormai finito nel loro mirino, l'africano ha prima cercato di fuggire, mettendosi a correre, e si è poi rivoltato contro di loro, una volta raggiunto ed immobilizzato. Si è dunque originata una violenta colluttazione, durante la quale gli uomini in divisa sono stati letteralmente spintonati e presi a calci ed a pugni dall'esagitato extracomunitario.

Nonostante la gravità della situazione, i carabinieri del Norm sono riusci a mantenere il sangue freddo ed a far scattare le manette ai polsi del facinoroso, bloccato con estrema fatica. Caricato sulla volante di servizio, il 24enne nigeriano è stato così tradotto negli uffici della caserma, dove si sono svolte le consuete pratiche di identificazione ed incriminazione. Accusato di resistenza a pubblico ufficiale, lo straniero, che ha alle spalle diversi precedenti per il medesimo reato ed anche per false attestazioni sulla propria identità, si trova ora rinchiuso dietro le sbarre di una cella di sicurezza del comando, a disposizione dell'autorità giudiziaria ed in attesa di processo.

Nessuna grave conseguenza per i militari che si sono occupati di effettuare il fermo. Malgrado la violenta aggressione subita, nessuno di loro ha riportato serie lesioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.