Parma, tenta di strangolare una donna, aggredisce operai e poliziotti: arrestato ivoriano

Lo straniero di 23 anni, irregolare in Italia, ubriaco e sotto effetto di droghe ha scatenato l’inferno ieri mattina in via Trento a Parma

Completamente ubriaco e sotto effetto di sostanze stupefacenti ha scatenato il caos più totale aggredendo una donna, poi alcuni dipendenti Iren e, infine, i poliziotti intervenuti per bloccarlo. La violenza, avvenuta a Parma all’alba del primo giorno del nuovo anno, è stata compiuta da un 23enne ivoriano irregolare in Italia e con un ricorso pendente contro la non concessione del permesso di soggiorno. Lo straniero, privo di lucidità a causa degli eccessi della notte di Capodanno, è entrato in azione alle 7 di mattina in via Trento, all’angolo con Via Venezia, nel quartiere San Leonardo quando ha aggredito una peruviana residente in zona.

La donna stava rientrando dal turno di lavoro quando ha visto un giovane sdraiato sull'asfalto che urlava come un ossesso. A quel punto si è avvicinata per aiutare l’esagitato. Il suo gesto di solidarietà, però, non è stato apprezzato dall’africano che, per tutta risposta, l'ha aggredita mettendole le mani al collo per strangolarla.

La situazione è grave. Due dipendenti dell'Iren impegnati nella raccolta dei rifiuti, un italiano ed un ivoriano, che in quel momento erano al lavoro proprio all'incrocio sentite le urla si sono precipitati per aiutare la donna. Il 23enne, però, ha aggredito anche loro. Come se non bastasse, l’immigrato è salito sul mezzo che gli operatori stavano usando e ha provato a metterlo in moto. Pericolo altissimo, vista l’assenza di lucidità dell’ivoriano. I due operai, con grande coraggio, si sono lanciati sul folle e lo hanno bloccato. Quest’ultimo non si è arreso e, in preda alla furia più totale, ha sfondato il finestrino di un secondo mezzo dell'Iren arrivato poco dopo per svolgere il servizio di raccolta dei rifiuti.

L’incubo, però, non era finito. I due lavoratori hanno provato ad allontanarsi con il mezzo per mettersi in sicurezza ma il 23enne è salito a bordo da dietro. Sul posto sono arrivati anche i poliziotti delle Volanti di Parma per riportare la situazione sotto controllo.

Gli agenti, a loro volta, sono stati accolti nei peggiore dei modi dall’extracomunitario. Quest’ultimo, infatti, si è scagliato contro gli uomini delle forze dell’ordine colpendoli con calci e pugni. I poliziotti, hanno fermato l’ivoriano con enorme difficoltà e lo hanno ammanettato. Tutto inutile. Lo straniero era incontenibile. E così gli agenti sono stati costretti ad applicargli anche le fascette. Dopo essere salito, con fatica, sull'auto della polizia, il 23enne ha preso a testate il veicolo. Arrivato al pronto soccorso, l’extracomunitario è stato sedato prima che si rendesse responsabile di gravi atti contro il personale medico.

Per il giovane, con un tasso alcolemico era di 3 grammi/litro, è scattato l'arresto per resistenza continuata a pubblico ufficiale e lesioni aggravate a pubblico ufficiale e denunciato per violenza privata e lesioni per l'aggressione alla ragazza e per violenza privata per l'aggressione agli operai dell'Iren, oltre che per danneggiamento del mezzo dell'Iren e delle Volante della polizia. L’ivoriano è stato condotto nelle camere di sicurezza della Questura di Parma, in attesa dell'udienza per la convalida dell'arresto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maricap

Gio, 02/01/2020 - 19:59

Nessuno tocchi Caino ! Vero merdaioli comunisti?

Giorgio5819

Gio, 02/01/2020 - 20:55

Quando la polizia potrà sparare sarà sempre troppo tardi...

venco

Gio, 02/01/2020 - 21:16

Normale, queste sono le risorse dell'accoglienza.

venco

Gio, 02/01/2020 - 21:43

Spero che le vittime non siano elettori lega o FdI

killkoms

Gio, 02/01/2020 - 22:43

prodotto venuto via mare!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 03/01/2020 - 12:09

con tutte quelle denunce sarà già...libero

kennedy99

Ven, 03/01/2020 - 15:47

adesso l'ivoriano facendo questa scenata correranno a dargli il permesso di soggiorno. questi non hanno ancora capito che la maggioranza degli italiani è stanca molto stanca di questa situazione.