Partorisce con i documenti falsi: denunciata una donna rom

Ha partorito presentandosi in ospedale con i documenti della donna a cui avrebbe affidato la neonata una volta nata

Partorisce con i documenti falsi: denunciata una donna rom

Si è presentata in ospedale per partorire con i documenti della donna che avrebbe adottato la figlia ma è stata smascherata dopo alcune anomalie riscontrate durante il parto.

È successo all'Ospedale della Gruccia, a San Giovanni Valdarno in provincia di Arezzo e protagonista è una donna "assunta" da una una coppia di romeni che probabilmente non potevano avere figli. La carta d'identità della madre della neonata era infatti falsa e apparteneva in realtà a una casalinga. La foografia è stata infatti staccata e riattaccata con la foto della madre naturale.

Dal laboratorio è risultato durante il parto che il gruppo sanguigno della bambina non corrispondeva a quello dell'uomo che si dichiarava padre effettivo della piccola. Convocato in commissariato insieme alla moglie l'uomo è stato denunciato per alterazione di stato a seguito della registrazione della neonata come sua figlia. Gli inquirenti stanno cercando di capire se ci sia stato uno scampio di denaro tra la coppia e la ragazza rom anche se attualmente non ci sono novità a riguardo.

La bambina è stata affidata, secondo il Tribunale dei minori, ai servizi sociali di Montevarchi e sarebbe già stata affidata a una famiglia in un'altra regione d'Italia.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...