Pavoni teppisti, maiali in fuga: le (stra)notizie della settimana

La rassegna di tutte le notizie più strane degli ultimi sette giorni. Protagonisti gli animali: pavoni dispettosi, maiali in fuga verso la libertà e gatti che prendono il treno

È all’insegna del mondo animale il nuovo appuntamento settimanale con la rubrica Stra-notizie, tra gang di pavoni, maiali fuggitivi e gatti che prendono il treno senza biglietto. Ma anche gli esseri umani non sono stati da meno, come il padre che fa da pusher per il figlio e la donna che per un anno ha corretto il cappuccino della collega con una dose di ansiolitici.

Pavoni teppisti

Hanno invaso Punta Marina – località balneare in provincia di Ravenna – e si sono messi a danneggiare automobili, motociclette e i tetti delle abitazioni. Una gang di teppisti? No, una colonia di (trenta) pavoni! Ha del surreale la vicenda della realtà romagnola, ma per le vie della cittadina non c’è molta voglia di scherzare: gli abitanti, infatti, sono esasperati dalle scorribande degli uccelli e chiedono a gran voce che la colonia di pavoni sia trasferita a debita distanza.

Papà pusher...per il figlio

“Coltivo la marijuana per mio figlio, che ne è un grande consumatore, così evito che la compri da persone poco raccomandabili”. È stata questa la giustificazione che un padre ha dato ai carabinieri, per motivare la presenza di oltre un chilo di cannabis nel proprio appartamento. È successo a Terni e il papà-pusher è finito agli arresti domiciliari; il figlio ventottenne, invece, è stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Quanto vino in Vaticano

Sapete qual è il Paese del mondo che consuma – o meglio, beve – più vino? Il Vaticano! Nel cuore della Chiesa cattolica romana (e mondiale), infatti, il consumo pro-capite annuo è di 73,8 litri a persona. Insomma, circa cento bottiglie, secondo i dati raccolti dal Californian Wine Institute, che si occupa di censire ogni 24 mesi i consumi di vino. Secondo e terzo gradino del podio per Francia e Italia: qui il consumo pro capite è rispettivamente di 50,7 e 48,2 litri a testa.

Furto con l'autoscontro

Arriva da Terlizzi (provincia di Bari) l’ultimo stratagemma dei ladri per rubare un’auto: spingerla, dal paraurti posteriore, con un’altra vettura in moto. Insomma, una sorta di autoscontro. Con questa particolare tecnica una donna si è vista sottrarre sotto gli occhi il proprio suv: la sfortunata, affacciata alla finestra, ha filmato con il telefonino la scena, urlando ai malviventi “Vi sto filmando, vi sto filmando!”. La storia, fortunatamente, ha il lieto fine: il veicolo è stato ritrovato dalle forze dell’ordine poco tempo dopo il furto.

Ansiolitici nel cappuccino

La competizione e l’invidia tra colleghi può arrivare a livelli impensabili, basti pensare a quanto successo in ufficio di Bra, in provincia di Cuneo. Una donna, per un anno intero, ha verso ansiolitici nel cappuccino della collega per fregarle in posto; nella loro azienda erano in programma alcuni tagli del personale e così c’era chi voleva avvantaggiarsi a discapito di altri. Com’è finita? Male, molto male. La donna è stata condannata a quattro anni di carcere per lesioni aggravate.

Un maiale in fuga

Sembra la storia di “Babe, il maialino coraggioso” e in effetti lo è. Un suino è saltato giù da un camion che lo stava portando al macello, venendo salvato dagli agenti di polizia che lo hanno recuperato mentre scorrazzava lungo una statale della Toscana. Ora per il maiale è iniziata una nuova vita, visto che è stato accolto nel rifugio per animali della “Tana del Bianconiglio”, che ospita animali salvati da sfruttamento e morte certa al mattatoio.

Gatto senza biglietto

Pure i gatti vengono multati e accompagnati giù dal treno se sono saliti a bordo senza regolare biglietto. Surreale, ma vero: è successo in Cina, dove uno zelante controllore ha scortato il felino fuori dal vagone, tenendogli alzate le zampe anteriori. La scena è stata filmata da una passeggera e il video, una volta postato su TikTok, ha raccolto milioni di visualizzazioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di venividi

venividi

Sab, 17/10/2020 - 10:47

A parte quella della correzione del cappuccino che forse non era vera, c'è da ridere parecchio. Grazie