La Polizia stradale: i controlli saranno severi. Fari puntati su parchi, litorali e cibo d'asporto

La Polizia stradale: i controlli saranno severi. Fari puntati su parchi, litorali e cibo d'asporto

Da oggi alle 5 di martedì mattina l'Italia intera sarà chiusa in lockdown nazionale. La Pasqua, nonostante le speranze di molti, sarà come quella dello scorso anno. Da oggi sarà infatti possibile spostarsi dalla propria abitazione di residenza solo per comprovati motivi di salute, lavoro, urgenza o studio. Ci si potrà muovere una volta al giorno verso un'altra casa privata, nella stessa Regione, fino a un massimo di 2 persone (più eventuali figli minori sotto ai 14 anni, disabili o persone non autosufficienti). In tutta Italia sarà possibile spostarsi anche verso le seconde case, eccetto che in Sardegna, Toscana, Valle D'Aosta, Marche Calabria, Piemonte, Liguria Campania e Puglia e provincia autonoma di Bolzano, dove sono in vigore specifiche ordinanze. In Sicilia si entra solo con tampone negativo. Ma molti italiani sembrano non averlo capito, visto che già da ieri nei porti di Livorno e Piombino si sono registrate code agli imbarchi dei traghetti per la Sardegna e l'isola d'Elba. Insomma, i furbetti dell'ultimo minuto come al solito non sono mancati. Perché nonostante il periodo di emergenza c'è chi tenta di farsi una Pasqua al mare o nelle seconde case, benché non consentito in molte regioni. Sotto la lente finiranno le zone più esposte al rischio di assembramenti, come parchi e litorali. In ogni caso, presso la seconda casa può andare solo il nucleo familiare e in caso di controlli da parte delle Forze dell'ordine si dovrà fornire prova di essere realmente proprietari dell'edificio o affittuari. Il rientro è comunque consentito da fuori regione per i residenti. Si potrà quindi ricongiungersi con mariti, mogli, partner che vivono in Comuni o Regioni diversi purché il luogo del ricongiungimento coincida con la residenza, il domicilio o l'abitazione. Stessa cosa per ciò che concerne la visita ai figli da parte dei genitori separati. Solo un parente adulto potrà dunque far visita a persone che necessitino di assistenza. Per quanto riguarda l'attività motoria, è consentita, ma vicina alla propria abitazione e in forma individuale. Infine, ok alla visita ai luoghi di culto, a patto che si scelga il più vicino alla propria abitazione. I controlli da oggi a martedì mattina saranno serrati, anche se il direttore della Polizia stradale specifica che «gli spostamenti per Pasqua non saranno significativi», ovvero non si prevede molto movimento. «Comunque - chiarisce - restiamo vigili». Chi trasgredisce rischia multe salatissime. In campo in tutta Italia ci saranno come sempre agenti di Polizia, Carabinieri, Gdf, Polizia locale che dovranno verificare il corretto rispetto delle norme. Desta scalpore il caso di Arezzo, dove il comandante dei vigili ha avvertito che farà controllare anche le quantità del cibo da asporto ai ristoranti. «Se ce n'è per quindici o venti persone - ha detto - , è chiaro che sia destinato a un pranzo o a una cena di familiari e amici con gente radunata ben al di là del consentito. E agiremo di conseguenza». Attenzione: i suoi colleghi del resto d'Italia possono prendere esempio.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento