Ecco il nuovo calendario dell'Esercito

Si è svolta questa mattina, all’interno della Biblioteca Militare Centrale di Palazzo Esercito, la presentazione del "CalendEsercito 2022", dal tema "Le competenze dell’Esercito per la sicurezza del cittadino"

Ecco il nuovo calendario dell'Esercito

Un calendario per raccontare come la Forza Armata sia sempre pronta a intervenire in caso di necessità al servizio del Paese. E, allo stesso tempo, mostrare le capacità sviluppate durante le intense attività addestrative e gli impieghi operativi in ambito internazionale. Si è svolta questa mattina, all’interno della Biblioteca Militare Centrale di Palazzo Esercito, la presentazione del "CalendEsercito 2022", dal tema "Le competenze dell’Esercito per la sicurezza del cittadino".

Il nuovo calendario dell'esercito

L'evento, che è stato trasmesso in diretta streaming sui canali web della Forza Armata, è tornato a essere aperto al pubblico, sempre nel pieno rispetto delle disposizioni emanate dal Governo in materia di contenimento alla diffusione del CoVid-19. Tra gli ospiti, presentiil Sottosegretario di Stato alla Difesa, Onorevole Giorgio Mulé, i Presidenti delle Commissioni Difesa di Senato e Camera, Senatrice Roberta Pinotti e Onorevole Gianluca Rizzo, e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone.

L’opera editoriale è stata presentata dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, e dal Direttore di ANSA, Dottor Luigi Contu, con la moderazione della giornalista Manuela Moreno. Il Generale Serino ha raccontato come la scelta del tema sia da ricondurre alle immagini dell’intervento dell’Esercito nelle prime settimane dell’emergenza pandemica. Ricordando i volti sereni dei militari intervenuti nel lodigiano a marzo del 2020, "ho ritenuto, che le ragioni della loro tranquilla consapevolezza andavano spiegate agli Italiani", ha detto.

Raccontare il ruolo delle Forze Armate

Uno degli obiettivi principali del calendario è spiegare perché l'Esercito è in grado di svolgere un ruolo da protagonista nel difendere il Paese e i cittadini italiani, quale che sia la natura della minaccia. "Un'attitudine ed una capacità a tutto tondo che ci portano ad affermare con altrettanta serenità e consapevolezza che la difesa degli italiani è la nostra missione", ha continuato il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito.

L'Esercito può essere impiegato nei ruoli più disparati perché possiede tre caratteristiche: la capacità operativa di combattimento, l'autonomia logistica e la distribuzione delle unità su tutto il territorio nazionale. La prima caratteristica garantisce una attitudine mentale, organizzativa e procedurale, a operare in contesti degradati e rischiosi, un'attitudine all'imprevisto che consente alla Forza Armata di fronteggiare anche le minacce più inattese, come il caso della pandemia COVID-19.

L’autonomia logistica permette invece di operare senza dover fare affidamento sull'infrastruttura del Paese. La capacità logistica è la base per condurre qualunque operazione e non è un caso che il Comandante Logistico dell'Esercito sia stato scelto per essere il Commissario Straordinario per l'emergenza COVID-19. La terza caratteristica, la presenza distribuita sul territorio, è la ragione della tempestività negli interventi, ciò che consente all’Esercito di essere vicini agli Italiani in ogni situazione.

Il futuro vedrà una Forza Armata in grado di esprimere la propria capacità anche avvalendosi delle potenzialità offerte dalla cibernetica e dai sistemi satellitari nei campi delle comunicazioni e della sorveglianza, nonché delle capacità di difesa Chimica, Batteriologica e Radiologica, che ovviamente includono la Sanità Militare.

Anche per il 2022, il calendario, realizzato grazie alla collaborazione con Leonardo S.p.A., sponsor unico e partner istituzionale, contribuirà a sostenere l’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani ed i Militari di Carriera dell'Esercito (O.N.A.O.M.C.E.) alla quale sarà devoluta una quota del ricavato delle vendite. L'Opera Nazionale assiste, attualmente, circa 500 orfani di Ufficiali, Sottufficiali, Graduati nonché dei militari di truppa, a ciascuno dei quali eroga sussidi annuali per la formazione scolastica e per particolari necessità di carattere economico-familiare.

Commenti