"Quarta dose annulla la terza", la nemesi di Grillo e Hunziker: quindi, oggi...

Quindi, oggi...: l'indagine ai danni del leader M5s, l'elezione della Metsola all'Europarlamento e i monaci induisti

"Quarta dose annulla la terza", la nemesi di Grillo e Hunziker: quindi, oggi...

- dopo lo scoop di Dandolo su Dagospia, Vanity Fair ieri si era precipitato a mettere in dubbio i presunti problemi di coppia tra Tomaso Trussardi e Michelle Hunziker. “Il marito? L’ha tenuto fuori dai social, e tanto è bastato per alimentare ancora di più le voci di un presunto allontanamento”. Manco 24 ore dopo, ecco l’annuncio ufficiale: “Ci separiamo”

- il dem Francesco Boccia: “Non ho dubbi che Fico farà di tutto per evitare alle Camere riunite l’umiliazione di forme di controllo sul voto”. Ovvero il Pd chiede al presidente di leggere solo il nome del candidato votato e non altri appellativi, che permetterebbero una “conta” dei vari partiti. Bene. E perché non chiede a Laura Boldrini per quale motivo, quando c’era da eleggere Mattarella, non evitò al parlamento questa “umiliazione”?

- arrivano le nuove regole per green pass e super green pass. I non vaccinati potranno entrare nei seguenti locali senza tampone: alimentari, farmacie, parafarmacie, negozi per animali. Bene. Solo pochi giorni fa una donna in Sardegna ha abortito perché al pronto soccorso pediatrico non l’hanno visitata in quanto sprovvista di tampone (era pure vaccinata). Quindi il test anti covid serve per entrare in ospedale ma non per comprare le crocchette del cane? Siamo seri?

- tragico errore dell’arbitro su Milan-Spezia. Però voglio dire: tra i 23 in campo, ci sono protagonisti che lisciano uno stop da terza elementare e tirano un rigore senza neppure prendere lo specchio della porta. Potrà pur capitare una volta di fischiare un po’ di fretta…

- la gente va al ristorante, sta a tavola ammucchiata, entra allo stadio, fa il karaoke, però stiamo lì a calcolare i metri di distanza tra i parlamentari che devono votare per l’elezione del presidente della Repubblica. Siamo nel 2022, siamo sbarcati sulla Luna, abbiamo scoperto l’energia nucleare e inventato la Nutella, però non siamo in grado di garantire agli eletti positivi al covid di esprimere un semplice voto. Inspiegabile

- l’ex magistrato no pass e no vax, Angelo Giorgianni, per attraversare lo stretto di Messina ha chiesto un passaggio ad alcuni pescatori. Senza green pass, infatti, non può salire sul traghetto. Potrebbe essere una soluzione anche per deputati e senatori bloccati in Sardegna

- Roberta Metsola è una moderata, ma l’hanno già crocifissa. La sua colpa? Essere contraria all’aborto e aver sposato - pensate un po’ - un finanziere. Scrive Repubblica: “È infatti dichiaratamente antiabortista e anche di recente al Parlamento europeo ha votato contro mozioni e documenti a favore della libera scelta delle donne sull’interruzione di gravidanza”. Si chiamerebbe democrazia e libertà, invece per Rep è “un tema che evidentemente costituisce una difficoltà”. Ma perché? Non la conosco, eppure mi è già simpatica

- sospendo ogni giudizio sull’indagine ai danni di Beppe Grillo. Quando s’indaga per traffico di influenze illecite mi pare tanto fumo e poco, pochissimo arrosto. Però una cosa va detta: fa sorridere che l’indagine sia partita dalle carte dell’inchiesta Open contro Renzi. È tipo una nemesi: il re dei giustizialisti finito alla gogna per colpa di un’inchiesta contro il loro nemico principe. Immagino la crisi di nervi alla redazione del Fatto

- l’immunologo Antonio Cassone, professore all’American Academy Microbiology, mette in guardia sulla quarta dose fatta a pochi mesi dalla terza come si inizia a dire in giro: "Se ripeti le dosi a poco tempo di distanza si rischia di non avere un miglioramento della risposta”. Anzi: “Rischi addirittura di annullare la risposta precedente”. In pratica: tre dosi is meglio che quattro fatte a gogo. È un fattore su cui gli scienziati dovranno ragionare

- in India hanno arrestato un signore indù di nome Yati Narsinghanand Giri che qualche giorno fa ha sollecitato tutti al “genocidio” degli islamici. Durante una conferenza altri colleghi del suddetto hanno precisato che secondo loro gli indù "dovrebbero uccidere tutti i musulmani”. Alla faccia dei monaci induisti

Commenti