"Indagati genitori e zio": che fine ha fatto Saman?

I carabinieri stanno scandagliando tutta la zona intorno all'abitazione in cerca del corpo della 18enne pakistana

"Indagati genitori e zio": che fine ha fatto Saman?

I genitori e lo zio di Saman Abbas, la ragazza 18enne scomparsa da circa un mese da Novellara, nella bassa Reggiana, sarebbero indagati nell'inchiesta per omicidio aperta dalla questura di Reggio Emilia. La ragazza, di origini pakistane, era scomparsa dopo essersi opposta al matrimonio combinato dalla sua famiglia con un cugino.

Si cerca il suo cadavere

Secondo quanto emerso, investigatori e inquirenti starebbero adesso cercando il corpo della giovane. Una delle ipotesi è infatti che la 18enne sia stata ammazzata dai suoi familiari e il suo cadavere occultato. Il padre e la madre hanno fatto ritorno in Pakistan e per questo motivo sono stati attivati i canali di cooperazione internazionale. A fare pensare all'omicidio sono state le immagini registrate la sera dello scorso 29 aprile, verso le 19.15, dalle telecamere di sorveglianza, nelle quali si vedono tre persone con due pale, un secchio, un sacchetto azzurro e un piede di porco, dirigersi verso i campi sul retro dell’abitazione, nella quale la ragazza non ha fatto più ritorno. Dopo circa due ore e mezza, in un'altra registrazione si vedono le stesse figure tornare indietro. Quel video choc rafforzerebbe l’ipotesi investigativa che Saman possa davvero essere stata uccisa dalla sua famiglia.

I genitori sono tornati in Pakistan

Secondo quanto ricostruito finora dagli investigatori, la coppia di genitori voleva costringere la figlia, ai tempi ancora minorenne, a sposare un connazionale, un probabile cugino, nel Paese d’origine. A quel punto erano quindi intervenuti i servizi sociali per aiutare Saman, ma ai primi di maggio la ragazza scomparve nel nulla, senza lasciare tracce. L’idea di un allontanamento volontario è stata fin da subito scartata e le indagini si sono focalizzate sui familiari della giovane. Anche per il fatto che nessuno di loro aveva mai denunciato alle forze dell’ordine la sua scomparsa. E adesso, a far perdere sempre più le speranze di ritrovarla viva, ci sono le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza. Da successivi controlli è emerso che i genitori della ragazza hanno fatto ritorno in Pakistan, ma lo stesso non si può dire di Saman. Il suo nome, a differenza di quello del padre 43enne e della madre 46enne, non compare nella lista dei passeggeri imbarcati sul volo destinato nel suo paese d’origine. La prima ipotesi era stata sequestro di persona ma, dopo gli ultimi elementi al vaglio degli investigatori è stata cambiata in omicidio. Adesso i carabinieri stanno scandagliando tutta la zona intorno all'abitazione in cerca del corpo senza vita della 18enne.

Commenti