Genova, caccia al molestatore di ragazzine

Le aggressioni sarebbero avvenute tra piazza De Ferrari, via XX Settembre e corso Aurelio Saffi. L’uomo ha anche cercato di slacciare i pantaloni a una sua vittima

Genova, caccia al molestatore di ragazzine

Sarebbero dodici, forse anche di più, le ragazzine che a Genova sono state molestate sessualmente da un maniaco. Tutte in centro, tra piazza De Ferrari, dove ha sede il Ducale, via XX Settembre e corso Aurelio Saffi. I carabinieri stanno ricercando l’uomo in tutta la città. Il fatto è stato riportato da Ilsecoloxix, che ha anche raccolto il grido di sperato di alcune madri delle giovani vittime.

La prima ragazza, di tredici anni, è stata aggredita durante il tragitto scuola-casa. Avrebbe deciso di passare in mezzo al parco dell’Acquasole e lì si sarebbe trovata alle spalle il suo aggressore che l’ha spinta contro un albero. Ascoltata dai militari, avrebbe detto “Ha iniziato a mettermi le mani nelle parti intime, cercava di slacciarmi i pantaloni”.

Poi è stata la volta di una 14enne, anche lei aggredita al parco in centro città. In questo caso la vittima è riuscita a reagire e a dare un pugno in faccia al maniaco, tanto da intontirlo e riuscire a scappare. Sarebbe stata poi soccorsa da una donna che stava portando a spasso il cane e che ha assistito alla scena. L’uomo se l'è data a gambe.

Non sarebbero le uniche ragazzine prese di mira dal violentatore seriale. Almeno dodici, forse anche di più. I carabinieri stanno setacciando la città, ormai è caccia aperta. Le mamme delle vittime chiedono maggiori controlli, per le proprie figlie e per tutte le altre ragazze che rischiano ogni giorno. Il caso è stato affidato ai militari della squadra del centro storico. Per dare un’idea della delicatezza dell’inchiesta, i carabinieri in questione sono gli stessi che, diretti dal capitano Michele Zitello, si stanno occupando anche dell’indagine sulle minorenni che si prostituiscono in cambio di droga.

Commenti