Cronache

Fano, famiglia rapinata e presa in ostaggio

Una famiglia di Fano è stata rapinata all'ora di cena in una villetta di via Giuglini, a Fano, in zona ospedale

Fano, famiglia rapinata e presa in ostaggio

Una famiglia fanese è stata rapinata e presa in ostaggio nella propria abitazione nella serata di ieri durante l'ora di cena.

Erano le 19,30 circa, in una villetta di via Giuglini, a Fano, una madre con i suoi due figli ha vissuto attimi di terrore tra le mura domestiche. La famiglia stava preparando tranquillamente la cena in tavernetta quando all'improvviso ha udito un rumore insolito, inizialmente creduto provenire dalla caldaia.

Quando però Marie Laure Angelucci ha aperto la porta che collega la tavernetta al piano superiore si è ritrovata davanti un uomo che prontamente l'ha richiusa sbattendogliela in faccia. Ma l'uomo non era da solo; al piano superiore infatti c'era un complice che, con l'aiuto di un frullino, stava velocemente derubando la famiglia dei loro ricordi e dei loro oggetti personali.

A quel punto, uno dei figli della donna, con molto sangue freddo ha deciso di intervenire ed è rientrato nella villetta passando dal retro, ritrovandosi l'altro complice davanti, intento a rapinare l'abitazione. Anche l'altro figlio poi, insieme alla madre, dando una spallata alla porta ha raggiunto il fratello, ritrovandosi purtroppo minacciati da uno dei due ladri che ha puntato loro contro un cacciavite.

L'intera famiglia quindi è rimasta ostaggio dei malviventi per ben 15 minuti, tempo in cui i due uomini hanno raccimolato il bottino raccogliendolo in

una federa di un cuscino e sono poi fuggiti rapidamente facendo perdere le proprie tracce.

Dalle prime indiscrezioni, secondo le vittime, i due uomini non sarebbero italiani ed al momento della rapina erano a viso scoperto.

Commenti