Razziavano gratta e vinci in tutta la provincia: fermati 4 rumeni

I carabinieri della compagnia di Empoli hanno sgominato una banda di quattro rumeni dedita al furto sistematico di gratta e vinci nelle tabaccherie delle province di Pistoia e Firenze. Due sono stati arrestati, gli altri solo denunciati

Razziavano gratta e vinci in tutta la provincia: fermati 4 rumeni

Scoperta e sgominata una banda di ladri di gratta e vinci che agiva tra le province di Firenze e Pistoia. I carabinieri della compagnia di Empoli (Firenze) hanno arrestato un 24enne e un 28enne, entrambi rumeni, per furto aggravato in concorso con due connazionali di 37 e 21 anni, denunciati in stato di irreperibilità. Da tempo erano dediti al furto sistematico di sigarette e gratta e vinci nelle tabaccherie a cavallo tra le due province. Di giorno facevano il sopralluogo e di notte passavano all'azione.

I quattro malviventi sono stati individuati grazie alle testimonianze e ai filmati della videosorveglianza di Cerreto Guidi (Firenze), dove avevano compiuto l'ultimo colpo presso il Bar Centrale, in frazione Stabbia. I militari hanno rintracciato il mezzo utilizzato per l'ultimo "movimento" e, nel giro di poco tempo, sono riusciti a risalire all'identità degli autori. Ieri notte i carabinieri si sono messi sulle tracce dei malviventi, pedinando l'auto che, dopo aver fatto alcuni giri tra Lamporecchio, Cerreto Guidi e Larciano, forse per scegliere l'obiettivo, si è fermata in una strada ai margini di Larciano, pronta per un altro colpo.

Uno dei ladri è rimasto in auto ad attendere gli altri, gli altri tre stati rintracciati dai militari quando avevano già sfondato la vetrata della tabaccheria di piazza Vittorio Veneto. Il "palo", alla vista degli agenti, ha avvisato gli altri e tutti sono fuggiti con il sacco contenente sigarette e gratta e vinci, abbandonato durante la fuga. Mentre una pattuglia ha bloccato il conducente del mezzo, gli altri militari hanno rintracciato poco dopo uno dei tre che è stato condotto presso l'abitazione di Lamporecchio per la perquisizione. Lì sono stati trovati gli effetti personali dei due complici fuggiti, quasi 1.000 euro in contanti, numerosi pacchetti di sigarette e gratta e vinci già utilizzati (circa 500).

Nell'abitazione i ladri avevano addirittura lasciato i telefoni cellulari per evitare di essere rintracciati o ricollegati successivamente al furto. In un cellulare erano salvate le foto dei ragazzi impegnati a "grattare" le schedine, mentre su alcuni fogli vi erano i conteggi delle vincite da ritirare. Il 24enne è stato condotto nel carcere di Pistoia mentre il 28enne è finito ai domiciliari nella propria abitazione di Lamporecchio, mentre gli altri due rumeni sono stati denunciati in stato di irreperibilità.

Commenti