Reggio Emilia, marocchino picchia passante e aggredisce carabinieri

Prima ha picchiato con un cartello stradale un passante e poi ha aggredito i carabinieri che erano intervenuti

Attimi di terrore a Reggio Emilia, dove un nordafricano di 28 anni ha picchiato con un cartello stradale un passante e poi ha aggredito i carabinieri intervenuti per fermarlo. Il marocchino è uscito da un bar di Novellara (RE) dopo che i proprietari si sono lamentati di alcuni suoi comportamenti. A quel punto l'uomo si è impossessato del cartello stradale, con un sostegno in ferro di quasi un metro, e ha colpito alla testa un passante. Poi, non soddisfatto, ha danneggiato un auto parcheggiata sul posto. Gli agenti, allertati dal bar, sono intervenuti e hanno cercato di calmare il nordafricano, che però li ha aggrediti. Il passante e uno degli agenti sono finiti così in ospedale. Per l'uomo sono scattate le manette con l'accusa di lesioni aggravate, resistenza al pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/01/2018 - 16:04

Non hanno ancora arrestato il passante e il carabiniere? A quando il rimborso alla risorsa?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/01/2018 - 16:06

Tutto normale?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 23/01/2018 - 16:07

Non se ne può più di sentire ogni giorno queste notizie. Non si prendono provvedimenti adeguati?

gneo58

Mar, 23/01/2018 - 16:08

e quindi ? domani e' fuori, fosse per me si farebbe un bel po' di ospedale - si, capito bene, non galera, ospedale.

VittorioMar

Mar, 23/01/2018 - 16:11

..DA ALTRE PARTI PRIMA SPARANO E POI LI ARRESTANO !!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 23/01/2018 - 16:38

Gli agenti hanno cercato di calmare il nordafricano! Ci sono riusciti? Pare di no, perché finiti all'ospedale:l'unica soluzione valida,ignorata? Una 9x21. Amen.

Tip74Tap

Mar, 23/01/2018 - 16:44

Le Forze dell'Ordine mi pare che facciano la voce grossa solo per gli aumenti di stipendio....

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 23/01/2018 - 16:50

Cosa indicava il cartello stradale?

Tarantasio

Mar, 23/01/2018 - 16:54

presto, dategli un posto in lista Bonino...

cgf

Mar, 23/01/2018 - 18:02

Pare che sia frequente in Africa colpire le persone con i cartelli stradali. Non è la prima volta, questa volta questo è stato fortunato a non trovare qualcuno che lo abbia steso sul marciapiede.

ziobeppe1951

Mar, 23/01/2018 - 18:55

Il cartello indicava....pericolo di scimmie allo stato brado

Ritratto di karmine56

karmine56

Mar, 23/01/2018 - 19:00

Mi ricorda tanto Fermo, con la mania dei cartelli stradali.

Divoll

Mar, 23/01/2018 - 19:49

Tutti i matti africani finiscono in italia.

manfredog

Mar, 23/01/2018 - 20:02

..domani la bold e la kyè si recheranno nell'abitazione del nordafricano (anche perché sarà già uscito di galera..), per portare conforto a lui ed ai suoi compaesani, vittime del feroce razzismo degli italiani xenofobi e fascisti; per lui sarà previsto una pensione a vita per la sopravvivenza (diciamo 1.550 euro al mese; si, dovrebbero bastare per sopravvivere..), una casa del Comune ed una scorta per proteggerlo, perlomeno nei prossimi due anni, da le aggressioni degli italiani razzisti fascisti e xenofobi. Anche una Santa messa, poi, sarà magari più avanti celebrata in suo onore, con la benedizione di papallah.. mg.

venco

Mar, 23/01/2018 - 20:31

Propongo di togliere le armi da fuoco a tutte le forze dell'ordine, perché non servono a niente.

Una-mattina-mi-...

Mar, 23/01/2018 - 21:07

CHE I MARTIRI DELLE FORZE DELL'ORDINE IMPARINO DA CHI LE "CULTURE" LE HA GIA' ASSAGGIATE, STATI UNITI IN TESTA, DOVE DOPO IL PRIMO AVVERTIMENTO VOLANO MAZZATE DA ORBI

Ritratto di giobo48

giobo48

Mar, 23/01/2018 - 21:53

Risorsa boldriniana. Non facciamoci illusioni presto sarà libero.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 24/01/2018 - 08:05

In altri Paesi più svegli, più ortodossi e regolamentati dell'Italia, quello col palo in mano sarebbe stato seccato sul posto dalle Forze di Polizia locali (altro che usare buone maniere per convincerlo a desistere) : una volta steso (senza possibilità di ritorno) sarebbe servito anche per dare l'esempio [per altri potenziali facinorosi] che al mondo [e nella fattispecie in un Paese che ti ha accolto] non esistono solo diritti, ma soprattutto DOVERI.

maurizio50

Mer, 24/01/2018 - 08:42

Guardate che al troglodita qualcuno aveva insegnato che agli Africani soggiornanti in Italia tutto è consentito. E il selvaggio si è comportato come a casa sua!!!!!

ruggerobarretti

Mer, 24/01/2018 - 08:57

Una storia conosciuta: luglio di due anni fa a Fermo nelle Marche.