Reggio Emilia, nigeriana morde e strappa lembi di pelle a un agente

La donna ha dichiarato ai medici di aver ingerito della candeggina: tutto falso, come riportato dai sanitari in ospedale. La furia incontrollabile della straniera era dovuta all'abuso di alcol: l'agente ferito è finito in ospedale

Reggio Emilia, nigeriana morde e strappa lembi di pelle a un agente

In preda ad una furia incontrollabile, ulteriormenta alimentata dai fumi dell'alcol, ha aggredito gli uomini della questura di Reggio Emilia intervenuti per portarle soccorso e ad uno di essi ha sferrato dei morsi di una forza tale da strappare via interi lembi di pelle dalle gambe.

Protagonista in negativo della assurda quanto violenta vicenda è una donna incinta di nazionalità nigeriana di 24 anni la quale, dopo la folle serata dello scorso sabato 21 dicembre, si trova tuttora ricoverata in ospedale. Secondo quanto riferito dalla stampa locale, che si è occupata di riportare le poche notizie diffuse fino ad ora, i fatti si sarebbeo svolti nel pieno centro di Reggio Emilia, per la precisione in via Boiardi. Sono all'incirca le ore 21, quando al 118 arriva una prima richiesta di aiuto da parte della straniera, che riferisce al centralino di avere ingerito una sostanza tossica e di avere necessità di urgente assistenza.

Quando tuttavia, poco dopo la telefonata, sul posto giungono a sirene spiegate medici e sanitari a bordo di un mezzo attrezzato, l'extracomunitaria rifiuta immediatamente e con forza di salire a bordo e di essere trasportata in ospedale. La versione riferita agli operatori dalla 24enne è quella di una probabile intossicazione, dovuta all'ingerimento di candeggina, una cosa che tuttavia i sanitari non riescono a confermare nè smentire nelle prime fasi, dato che la stessa impedisce loro di avvicinarsi.

L'unica certezza è il forte stato di alterazione psico-fisica dell'africana, un aspetto che mette in allarme gli operatori del 118, contro i quali la donna si rivolta con rabbia. Ciò che li costringe, infine, a contattare telefonicamente le forze dell'ordine per chiedere un loro intervento sul posto ed evitare di correre, così, inutili rischi.

A rispondere al loro appello sono gli agenti della questura di Reggio Emilia, che tentano fin da subito di placare i bollenti spiriti dell'esagitata. Tutto, purtroppo, inutile. Anzi, alla loro vista l'extracomunitaria inizia ad agitarsi ancora di più, fino ad arrivare addirittura ad aggredirli.

I poliziotti sono costretti ad intervenire per bloccare la facinorosa, che da terra continua a lottare ed a contorcersi furiosamente. È a questo punto che la nigeriana sferra dei morsi all'altezza delle gambe di uno degli uomini in divisa, colpendolo alla coscia destra ed al polpaccio sinistro. La forza della presa esercitata dalla donna riesce a strappare dei lembi di pelle dagli arti inferiori dell'agente, costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso una volta concluso il fermo.

La 24enne, così come il poliziotto ferito, viene trasferita all'ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, dove i medici hanno riferito di un'agitazione legata allo stato interessante della stessa ed all'abuso di sostanze alcoliche, escludendo categoricamente l'assunzione di candeggina.

Commenti